Foto di repertorio
Foto di repertorio

Il Comune di Taormina, con apposita ordinanza sindacale, ha disposto «con effetto immediato» la distruzione e il successivo interramento di un capo di bestiame deceduto di recente nell’ambito di un allevamento della zona. Si tratta di una disposizione posta in essere con urgenza per motivi igienico-sanitari. La vicenda del capo che era morto nei giorni scorsi aveva destato qualche apprensione negli allevamenti della zona, poiché si temeva per i riflessi negativi che in questi casi talvolta possono determinare in materia di tutela degli altri animali e quindi per la salute stessa dell’abitato. La casa municipale ha preso atto di un verbale di sopralluogo relazione e sequestro sanitario di animali morti, relativamente alla distruzione di un bovino, deceduto presso l’allevamento in oggetto, sito in un’area periferica del taorminese.

Tempestività nell’esecuzione delle procedure. Sulla vicenda si è attivato il Servizio Veterinario Area Dipartimentale di Sanità Pubblica Veterinaria, dell’ASP di Taormina – Dipartimento di prevenzione Veterinaria, con nota del 10 febbraio scorso che relaziona sull’accaduto. Si «considera opportuno e urgente – fa sapere Palazzo dei Giurati – provvedere alla distruzione e all’interramento del capo deceduto, che dovrà avvenire in presenza del titolare dell’allevamento e di personale appartenente al Comando di Polizia Municipale e al Servizio Veterinario di Taormina». Il Comune ha anche richiesto «tempestiva comunicazione a questo Ente, dell’avvenuta distruzione», a conferma quindi della definizione della vicenda.

© Riproduzione Riservata

Commenti