Taormina Film Fest. Videobank già al lavoro. Chiechio: «Sarà una kermesse di alto livello»

Il general manager di Videobank, dopo aver vinto la gara d'appalto, raccoglie la sfida e promette: «Siamo molto motivati a fare in fretta e bene le cose. Proporremo un festival internazionale ma saremo anche molto attenti alla Città di Taormina e alla Sicilia nella sua interezza»

0
3234

Videobank è già al lavoro per l’organizzazione del Taormina Film Fest 2017. Il nuovo general contractor della rassegna cinematografica, dopo essersi aggiudicato la gara d’appalto bandita dal Taormina Arte, ha avviato il suo giro d’orizzonte di contatti internazionali in vista della kermesse quest’anno in programma dal 9 al 17 giugno. Archiviata la stagione taorminese di Agnus Dei e i cinque anni di festival targati Tiziana Rocca, la rassegna ha dunque voltato pagina. Da questo momento le chiavi del festival sono in mano alla Videobank di Lino Chiechio. «Siamo assolutamente consapevoli del poco tempo che ci è rimasto – spiega il general manager Chiechio – ma questo non fa altro che darci ulteriori stimoli e darci la forza per fare in fretta e far bene. Ovviamente sarà un festival internazionale ma daremo però anche un occhio di riguardo e saremo molto attenti a farlo per la Città di Taormina e per la Sicilia nella sua interezza».

La nuova sfida di Videobank. Videobank è una realtà siciliana inizialmente specializzata in telecomunicazioni e tecnologie per le interconnessioni wireless internet. Fondata 22 anni fa si è affermata nel tempo tra i principali protagonisti nel panorama italiano dei servizi tecnologici per i maggiori network televisivi italiani (Sky, Mediaset e Rai) ed esteri (tra i suoi clienti anche la Cnn). La società etnea da diversi anni a questa parte ha curato le trasmissioni mediante le più moderne tecnologie senza fili degli eventi del festival di Taormina, e pertanto conosce le dinamiche della rassegna e del territorio nel quale opererà. Adesso per Videobank è arrivato il momento di porsi davanti sotto le luci dei riflettori e davanti alle telecamere, organizzando la kermesse di giugno e, all’alba dell’appuntamento di grande prestigio con questo sfida, Videobank, come detto, è già in movimento per i contatti finalizzati alla predisposizione del programma della kermesse.

Il Festival dopo il G7. In questa edizione, il festival andrà in scena poco più di due settimane dopo l’evento dell’anno, il G7 del 26 e 27 maggio, «Con il G7 – evidenzia Chiechio – si accenderanno i riflettori del mondo intero sulla Città di Taormina, e Taormina non può che splendere ancora di più di quanto già fa da sempre. Sicuramente ci sarà una immagine ancor più bella di Taormina. Noi cercheremo di approfittare di questo momento per far sì che la visibilità del festival sia altrettanto importante».