I militari per il G7 di Taormina
I militari per il G7 di Taormina

Si intensificano le attività di presidio del territorio in vista del G7 del 26 e 27 maggio. A partire dalla mattinata del 14 febbraio scorso, è stato avviato un piano di monitoraggio strategico di alcune aree dislocate nel territorio di Taormina e Giardini Naxos con l’impegno dei militari dell’Esercito. Già dal 30 gennaio, come si ricorderà, è iniziato l’arrivo dei primi militari operativi a Taormina in un contesto comprenderà la presenza in zona per il G7 di un vasto contingente di rappresentanti delle Forze dell’Ordine e Forze Armate.

Cabina di regia per il controllo del territorio. Adesso, da qui a fine maggio, con un’attenta presenza quotidiana che intende comunque essere discreta e non invasiva, verranno poste in essere delle attività di controllo di aree sensibili con i militari che verranno dislocati tra il centro storico di Taormina, le aree più decentrate della Perla dello Ionio (tra cui la stazione ferroviera) e a Giardini Naxos (area portuale). Il tutto è stato pianificato nel corso delle riunioni del tavolo di sicurezza che costantemente si svolgono in Prefettura, con il coordinamento del Prefetto, Francesca Ferrandino. I militari in servizio da martedì mattina opereranno quotidianamente in sinergia con la Polizia di Stato, i Carabinieri e la Guardia di Finanza.

© Riproduzione Riservata

Commenti