Taormina, Via Garipoli
Taormina, Via Garipoli

Il Dipartimento regionale di Protezione Civile effettuerà nelle prossime ore un sopralluogo nel tratto di via Garipoli interessato da uno smottamento, ai piedi del Ponte della Madonnina. I lavori di sistemazione dell’area, stando alle novità di queste ore, dovrebbero scattare in tempi brevi anche in virtù dell’imminenza dell’appuntamento con il G7. che renderà in sostanza “inevitabile” una sistemazione immediata del problema (che altrimenti chissà per quanto altro tempo rimarrebbe in essere). Via Garipoli, come si sa, verrà asfaltata ed interessata da apposite opere finanziate dal Governo nell’ambito del summit internazionale di fine maggio. Si punta ad accertare con esattezza lo stato dei luoghi per poi avviare un intervento di messa in sicurezza e consolidamento dell’area che rischia di compromettere la sicurezza della bretella A18, dalla scorsa settimana soggetta a restrizione del transito veicolare in curva per motivi di sicurezza.

La frana del mistero. A pochi metri dal pilone “minacciato” dal fenomeno franoso c’è la frana di contrada Lappio che da oltre un decennio affligge la vallata sovrastante via Garipoli e dove da tempo si attende l’avvio dei previsti interventi (finanziati al Comune di Taormina dalla Regione) di consolidamento e messa in sicurezza della zona. La frana di contrada Lappio rappresenta a questo punto una “doppia minaccia”: una “spada di Damocle” da un lato per il percorso dell’autostrada A18 e dall’altra adesso per la strada comunale di via Garipoli, la più trafficata del versante Nord di Taormina. Il fronte di smottamento di contrada Lappio, ricordiamo, iniziò la sua attività nel 2003, negli anni si è alimentato e progressivamente ampliato sino a provocare uno smottamento localizzato a circa 12 metri di profondità dal livello della strada. Il Comune di Taormina ha da tempo ottenuto un finanziamento per la sistemazione ed il consolidamento dell’area ma quei lavori non sono mai partiti, e a quanto pare la Regione ha bloccato l’iter e dovrà essere predisposta una perizia di variante.

© Riproduzione Riservata

Commenti