Giardini SIndaco Sgombero relitti

Troppi relitti sull’arenile di Giardini Naxos ed il sindaco Nello Lo Turco ha così emesso un’apposita ordinanza finalizzata a disporre lo sgombero di relitti e natanti abbandonati. Il sindaco ha ordinato a tutti i proprietari delle barche abbandonate nelle spiagge del Comune di Giardini Naxos di provvedere allo sgombero dei natanti e degli accessori, entro e non oltre il 19 febbraio. «Giardini è un Comune esclusivamente a vocazione turistica e balneare – afferma Lo Turco -, pertanto è interesse di questo Comune promuovere un’immagina curata del litorale oltre a garantire la massima sicurezza nel rispetto delle norme igienico-sanitarie. Lungo alcuni tratti di arenile vi sono numerosi utenti, relitti di imbarcazioni e accessori di vario genere depositati e abbandonati, divenuti ricettacoli di rifiuti che minacciano l’igiene e l’incolumità pubblica, come segnalato anche dalla Guardia Costiera. Si ritiene, pertanto di dover intervenire allo sgombero dei relitti dei natanti abbandonati per assicurare decoro e pulizia, a tutela dell’igiene e della pubblica incolumità».

Procedura in caso di mancata rimozione. In caso di mancata rimozione dei relitti la casa municipale procederà come indicato dalle vigenti Leggi regionali e il Comune si assumerà l’onere di effettuare la rimozione e custodia dei natanti in apposite aree e depositi anche privati, per un minimo di 30 giorni, trascorsi i quali in questi casi si può ulteriormente disporre lo smaltimento o la messa all’asta delle medesime strutture. L’eventuale richiesta di rientro in possesso da parte del proprietario, per quanto concerne le imbarcazioni, i relitti ed il materiale requisito, comporterà il pagamento delle spese di rimozione e di custodia sostenute dall’ente locale. Polizia municipale e Forze dell’Ordine vengono così incaricate della vigilanza sull’esatta osservanza del provvedimento.

© Riproduzione Riservata

Commenti