Jonathan Sferra, leader del Movimento
Jonathan Sferra, leader del Movimento "Avanti Taormina"

«Una vera e propria indecenza, una vergogna inaccettabile». Così il leader del movimento “Avanti Taormina”, Jonathan Sferra definisce lo scempio senza fine dell’ex mattatoio comunale, immobile abbandonato da ormai 30 anni e per il quale il Comune non riesce a trovare una soluzione, e che per di più adesso è stato lasciato aperto con tanto di cancello spalancato ed accessibile a qualsiasi estraneo. «Venerdì scorso – spiega Sferra – mi sono accorto che i cancelli del vecchio mattatoio erano aperti. È ormai una discarica a cielo aperto nel centro di Taormina. C’è di tutto lì».

Alienazione incompiuta. Poi la provocazione di Sferra, ex consigliere comunale, alle elezioni del 2013 candidato a sindaco: «Proporrei di fare il G7 proprio li». «Questo – continua l’ex consigliere comunale – non è altro che lo specchio dell’incuria delle ultime Amministrazioni comunali di Taormina». L’edificio è stato, infatti, reso “disponibile all’alienazione” dal Comune. Ma al momento l’ex mattatoio rimane lì nella stessa situazione in cui si trova dagli Anni Ottanta e che va sempre più peggiorando. Si parla di un complesso che ha una superficie di 440 mq coperti con annessi spazi per 1180 mq. Il valore di mercato di questo immobile la cui destinazione catastale e urbanistica attuale B2 è di 887 mila euro mentre, stando sempre alle stime di Palazzo dei Giurati, il valore di mercato a seguito di una eventuale nuova destinazione urbanistica (B2 residenziale) incrementerebbe addirittura lievitando sino a quota 7 milioni di euro.

Trent’anni di abbandono. «Il Comune non si cura in alcun modo del vecchio mattatoio e lo ha lasciato sprofondare nel degrado peggiore. Quel rudere non può continuare a ridursi a parcheggio abusivo o peggio ancora a una discarica come sta avvenendo», evidenzia Sferra. I residenti hanno chiesto a più riprese il recupero dell’immobile per realizzarne, ad esempio, un parcheggio di quartiere ma questa proposta non ha trovato positivo accoglimento. Si è parlato e si è anche previsto, come detto, tante volte di dismettere l’ex mattatoio comunale ma in concreto il Comune non lo ha mai venduto, non lo ha recuperato e non ha intenzione di farlo. E allora, dopo 30 anni di immobilismo totale, per quanto altro tempo ancora questa struttura (anzi quel che ne resta) rimarrà condizioni di vergogna assoluta?

© Riproduzione Riservata

Commenti