Donald Trump, 45º presidente degli Stati Uniti d'America
Donald Trump, 45º presidente degli Stati Uniti d'America

«Ci vediamo a Taormina a maggio. Non vedo l’ora di essere li». Così il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha confermato ufficialmente al premier italiano Paolo Gentiloni la sua presenza al G7 in agenda nella Perla dello Ionio il 26 e 27 maggio. La telefonata tra i due ha riguardato i rapporti bilaterali tra Italia e Usa, tradizionalmente caratterizzati da una solida amicizia e da una forte collaborazione, ma si è anche discusso dell’importante appuntamento che in questa occasione si svolgerà sotto la presidenza italiana. Il premier ha ribadito con il presidente americano l’importanza fondamentale del ruolo della Nato e della collaborazione tra Europa e Stati Uniti per la pace e la stabilità, di fronte alle sfide e alle minacce per la comune sicurezza.

Lotta al terrorismo. I due, nel corso del cordiale colloquio, hanno riaffermato l’impegno senza tregua nella lotta al terrorismo e al radicalismo e gli sforzi da fare per risolvere la crisi ucraina, la pace in Medio Oriente, in Siria e, in particolare, nel Nord Africa. Il Presidente del Consiglio – spiega Palazzo Chigi, ha illustrato al Presidente Usa i termini dell’accordo Italia-Libia per la lotta contro il traffico di esseri umani e per politiche dell’accoglienza e della regolazione dei flussi migratori nel rispetto dei diritti umani e del diritto all’asilo.

La querelle sul bando. Il dipartimento americano della Giustizia è in queste ore al centro dell’attenzione internazionale ed ha presentato un ricorso alla decisione del giudice federale James Robart che blocca temporaneamente il bando agli ingressi negli Usa di quanti provenienti da sette paesi a maggioranza musulmana voluto dal presidente Donald Trump. Si tratta, insomma, di una procedura che intende accantonare la disposizione del giudice, attraverso un ulteriore iter di emergenza. E anche questa vicenda, in qualche modo, potrebbe finire sul tavolo dei sette grandi nel summit di Taormina, quando si discuterà della sempre più spinosa questione delle politiche di accoglienza.

© Riproduzione Riservata

Commenti