Da sinistra: Mario D'Agostino, Beppe Picciolo, Bruno De Vita e Nicola D'Agostino
Da sinistra: Mario D'Agostino, Beppe Picciolo, Bruno De Vita e Nicola D'Agostino

Alla presenza dei vertici di Sicilia Futura, l’ex dirigente dell’assessorato regionale al Turismo ed ex presidente di Asm, Bruno De Vita, ha ufficializzato nelle scorse ore la sua adesione al gruppo politico guidato dall’on. Beppe Picciolo. La scelta, preannunciata qualche giorno fa, è stata comunicata nel corso dell’incontro, tenutosi venerdì sera in un noto hotel della città, sul tema: “Riforme ed organizzazione territoriale: Sicilia Futura interlocutore privilegiato delle istituzioni? quali scenari politici in vista dei prossimi appuntamenti elettorali”. Nel corso di questo appuntamento è stata comunicata proprio l’adesione di De Vita e del suo gruppo a Sicilia Futura. Oltre all’onorevole Picciolo, capogruppo di Sicilia Futura all’Ars, era presente al meeting di Taormina anche l’on. Nicola D’Agostino, segretario regionale del partito.

De Vita spiega la scelta. «La volontà – ha spiegato De Vita – è quella di partecipare da protagonista al confronto politico locale e non, mettendo al servizio della comunità l’esperienza maturata, insieme, non solo a tutti coloro che hanno voluto condividere tale scelta, ma anche a chi, come gli onorevoli Picciolo e D’Agostino e l’intera dirigenza del movimento Sicilia Futura, la politica continua a farla con impegno, onestà e serietà». «Abbiamo deciso di impegnarci – ha proseguito De Vita – perché vogliamo dare forza ad un progetto di cambiamento, consapevoli che nessuno tra noi è “il nuovo”, ma nella convinzione che la novità può riguardare obiettivi, metodologia e competenza, all’interno di un movimento politico moderato, ma non conservatore, capace di ascoltare e ragionare: un nuovo soggetto politico che sappia coniugare “riformismo e solidarietà”». «Ci sentiamo già impegnati in vista di tutte le prossime scadenze elettorali – ha concluso De Vita – certi che, tutti insieme, abbiamo le capacità ed i numeri per contribuire a sostenere con forza l’azione politica dei nostri deputati, ma anche a guardare alle dinamiche cittadine con la consapevolezza di poter esprimere la futura classe di governo di Taormina».

Scenario politico verso il 2018. Prematuro immaginare comunque cosa cambierà nello scenario politico cittadino – fa sapere in una nota Sicilia Futura – anche perché sia De Vita che Mario D’Agostino, vice sindaco di Taormina e vice segretario provinciale di Sicilia Futura, nel corso dei loro interventi, hanno sottolineato l’autonomia del percorso politico a livello locale, almeno allo stato attuale, pur manifestando la volontà di aprire un confronto sui temi importanti della politica taorminese.

© Riproduzione Riservata

Commenti