Taormina Film Fest, Dea Film chiede esclusione Agnus Dei

Una delle società rimaste in gara per l'aggiudicazione del bando per la gestione ed organizzazione della prossima edizione del festival "diffida" il Comitato sul giallo della società di Tiziana Rocca, che per un problema di posta elettrica non è riuscita a presentare in tempo la propria offerta

1
993

Prosegue la querelle del bando di gara per l’organizzazione del prossimo Taormina Film Fest La Dea Film srl, una delle società che ha presentato il proprio progetto per aggiudicarsi la gestione del festival ha presentato, infatti, una diffida per un’offerta pervenuta oltre il termine di scadenza indicato dal bando. Nella diffida si chiede l’esclusione dell’Agnus Dei di Tiziana Rocca, che negli ultimi anni ha gestito il festival, «poiché ha presentato l’offerta in ritardo. La società della Rocca ha portato a discolpa un documento che attesta che c’è stato un tentativo d’invio alla Pec del Comitato, andato a vuoto a causa della mail box piena».

Violazione delle disposizioni di gara. «In base alla normativa ed al bando – si legge sempre nella nota di Dea Film – l’Agnus Dei sarebbe dovuta risultare esclusa, ma la Commissione giudicatrice per evitare ricorsi ha deciso ottenere ad un parere legale e aggiornare la seduta al 7 febbraio. La decisione di richiedere un parere legale non è in alcun modo condivisibile – si legge nella diffida predisposta dall’avvocato Ferdinando Croce – atteso che appare palese la violazione delle disposizioni di gara da parte della Società “Agnus Dei”: perché è incontestabile che l’operatore non abbia fatto pervenire la propria offerta ali’indirizzo Pec del Comitato entro le ore 12.00 del 16 dicembre 2016, come è invece prescritto dalla lettera invito del disciplinare di gara».

La contesa verso l’ora X. In corsa per l’aggiudicazione della gestione del prossimo Taormina Film Festival, ricordiamo, sono rimaste oltre alla Agnus Dei, sulla quale pende la “spada di Damocle” della possibile esclusione, Dea Film, Videobank, e Odeon. Il 7 febbraio si terrà adesso la prossima seduta della Commissione di gara formata da Franco Cicero, Alessandro Rais e Ninni Bruschetta, che si sta occupando dell’intricata vicenda. Il Comitato Taormina Arte ha, intanto, chiesto un parere legale per fare luce sulla vicenda.

  • Giuseppe Sterrantino

    ……………… anche qui problemi !!