Teatro Greco di Taormina
Teatro Greco di Taormina

Il concerto speciale previsto in occasione del G7 di Taormina vedrà protagonista l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano. Lo ha reso noto il sindaco Eligio Giardina, confermando le voci che circolavano da tempo a tal proposito. La notizia era stata già anticipata da “TaorminaToday” lo scorso 26 ottobre 2016. «Sarà un momento straordinario e molto emozionante. Verranno così accolti nel migliore dei modi i protagonisti del G7, con una eccezionale orchestra conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo», ha detto il primo cittadino. L’evento avrà luogo nel pomeriggio del 26 maggio nella splendida cornice dell’anfiteatro greco romano che accoglierà i Capi di Stato e di Governo, unitamente alle tante personalità e gli addetti ai lavori che prenderanno parte al summit internazionale di fine maggio.

Preparativi già in corso. In vista del concerto, sono stati già effettuati al Teatro Antico alcuni sopralluoghi a cura del Governo e dell’organizzazione del G7 in vista dell’evento, in collaborazione con il Parco Archeologico di Naxos, diretto dall’architetto Vera Greco, ed in sinergia anche con Taormina Arte, nella persona del segretario generale Ninni Panzera e della responsabile per gli allestimenti scenografici di TaoArte, Francesca Cannavò. Del concerto previsto per il G7 aveva parlato nella sua conferenza stampa a Taormina l’ex premier Matteo Renzi, in occasione della presentazione del logo ufficiale dell’evento: «C’è sempre un certo fascino nell’ammirare le bellezza della città che ospiterà il G7 – disse Renzi – e al prossimo G7 accoglieremo i nostri ospiti al Teatro Antico. Li avremo qui in una cornice da lasciare senza parole che porterà Taormina e la Sicilia nel mondo. Speriamo che l’Etna in quella occasione sia totalmente visibile. In questo momento c’è ancora una sorta di derby tra chi dice che qui non si potrà non fare “Bellini” e chi dice che il “Mascagni” della Cavalleria Rusticana ha una sua logica».

© Riproduzione Riservata

Commenti