Taormina Mensa Scolastica

«La mensa nelle scuole di tutto il territorio di Taormina riprenderà mercoledi». Lo ha comunicato ufficialmente nella giornata di ieri l’assessore alla Pubblica Istruzione, Pina Raneri. «Dalla materna sino a tutti gli altri plessi, a partire dal 1 febbraio sarà nuovamente funzionale il servizio di refezione scolastica. Sono già stati predisposti tutti gli opportuni adempimenti necessari», ha spiegato l’assessore Raneri. Riparte, quindi, il servizio che interesserà le scuole dell’infanzia di Taormina, Trappitello e Mazzeo. Nelle scuole dell’infanzia, in particolare, le attività si svolgono dalle 8.30 alle 16.30 e in virtù di tale orario è obbligo della casa municipale garantire il servizio di mensa scolastica. Per la riattivazione della mensa, la Giunta ha messo a disposizione nei giorni scorsi una somma pari a 47 mila 112 euro, equivalente ad 80 giorni per 130 bambini, con 10 mila 400 pasti ad un costo pari a 4.53 euro ciascuno (Iva compresa). «In questo modo – aggiunge Raneri – potremo garantire il regolare svolgimento della mensa sino al 30 maggio, cioè sino alla conclusione dell’anno scolastico».

La svolta dopo le proteste. Sull’argomento, come si ricorderà, si erano registrate aspre polemiche e forti proteste in particolare da parte dei genitori. Tante famiglie hanno lamentato le difficoltà e i disagi (specie per chi ha concomitanti impegni di lavoro) derivanti dal mancato funzionamento della mensa, che si era bloccata al termine dello scorso anno in attesa dell’apposito impegno di spesa da parte dell’ente locale e dell’individuazione della ditta preposta ad espletare il servizio. Anche la dirigenza dell’Istituto Comprensivo 1, dopo l’avvenuta ripresa delle lezioni nel periodo post-natalizio, aveva sollecitato una svolta in tempi brevi. E, con relativa determina dirigenziale, la Giunta ha sbloccato la vicenda e la scorsa settimana. Il servizio era stato in precedenza gestito da una ditta di Furci.

© Riproduzione Riservata

Commenti