Maxi Operazione Carabinieri

I Carabinieri della Compagnia di Taormina, e nello specifico i militari della stazione carabinieri di Graniti, unitamente a personale della Stazione di Giardini Naxos, della dipendente Aliquota Radiomobile e del Nucleo Operativo hanno arrestato nelle scorse ore quattro catanesi, già noti alle Forze dell’Ordine, per tentato furto aggravato in concorso in flagranza di reato all’interno di una privata abitazione e resistenza a pubblico ufficiale.

Brillante operazione dei Cc di Taormina. L’operazione sovrintesa dal Comandante dei Cc di Taormina, il Capitano Arcangelo Maiello, è avvenuta nell’ambito dei servizi preventivi e straordinari del controllo del territorio posti in essere per arginare il fenomeno dei reati contro il patrimonio. I servizi organizzati ah hoc prevedono nelle diverse fasce orarie diurne e notturne la presenza di numerosi militari, appiedati ed in macchina, in uniforme ed in borghese che pattugliano costantemente il territorio proprio per prevenire e reprimere quei reati che destano maggiormente allarme sociale. I quattro soggetti finiti in manette sono Michael Santo Antonio Battaglia, 25 anni residente a Tremestieri Etneo, Alfio Bonconsiglio. 49 anni, residente a Catania, Tommaso Savasta, 43 anni residente a Catania, e Rosario Stefano Parisi, 41 anni, residente anche lui a Catania. I citati soggetti sono stati arrestati nel pomeriggio di lunedì scorso, in trasferta nella frazione di Trappitello.

Tentata fuga e arresto. Si erano introdotti all’interno di una palazzina di Via Francavilla e dopo aver scardinato il portone d’ingresso con un grosso cacciavite si accingevano ad entrare all’interno dell’abitazione; ma la proprietaria che si trovava all’interno si era intanto accorta degli strani rumori che pervenivano dall’ingresso della sua casa e ha dato l’allarme. I quattro malviventi a quel punto hanno tentato la fuga provando a far perdere le proprie tracce e, saliti a bordo della loro macchina presa a noleggio, si accingevano ormai a superare la barriera in autostrada e raggiungere Catania. Ma ad attendere i furfanti c’erano i militari dell’Arma con diverse pattuglie, che hanno precluso ai quattro ogni via di fuga, ed al termine di un breve inseguimento, hanno tratto i 4 soggetti in arresto con la pesante accusa di tentato furto aggravato in concorso e resistenza a pubblico ufficiale sempre in concorso tra di loro.

Disposti i domiciliari. Dopo la regolare denuncia da parte della vittima i militari hanno effettuato il sequestro degli arnesi atti allo scasso dei 4 telefoni cellulari e della vettura presa a noleggio ed utilizzata per compiere il reato. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della Stazione di Giardini Naxos, Taormina e Messina Sud in attesa del giudizio di convalida innanzi alla competente Autorità Giudiziaria di Messina, nel corso del quale ieri sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

© Riproduzione Riservata

Commenti