Taormina, Palacongressi
Taormina, Palacongressi

Anche l’Associazione Imprenditori per Taormina sollecita una svolta in tempi stretti per la situazione del Palacongressi, dove si continua ad attendere il via ai lavori nell’ambito dei cantieri per il G7. Un input a fare in fretta nel passare dalla fase burocratica a quella operativa e soprattutto a risolvere in via definitiva i problemi dell struttura di piazza Vittorio Emanuele arriva dal presidente di Aipt, Franco Parisi. «In questi giorni apprendiamo a mezzo stampa che potrebbe verificarsi uno scenario tale da far prospettare soltanto una concessione di deroga provvisoria dell’agibilità del Palazzo dei Congressi per le sole giornate del G7 di maggio – afferma Parisi -. L’Associazione Imprenditori sta seguendo con attenzione la vicenda e noi ci auguriamo che le cose non vadano così come si ipotizza in questa fase e che si riesca, invece, a trovare in tempi stretti una soluzione per avviare subito i necessari lavori di messa a norma e definitiva agibilità dell’edificio, determinando così quella svolta che gli operatori economici di Taormina e la città nella propria interezza attendono ormai da 30 anni».

«Il G7, nell’ambito del quale il Governo ha messo a disposizione 15 milioni di euro per i cantieri, rappresenta un’occasione unica ed imperdibile per affrontare e risolvere finalmente le ataviche criticità del Palacongressi – continua Parisi – e questa occasione va sfruttata. Riteniamo che questa struttura possa e debba rappresentare per 12 mesi l’anno un volano per l’economia della città. Per questo motivo invitiamo l’Amministrazione ad affrontare la questione con la massima determinazione per consentire la definitiva risoluzione delle problematiche in essere al Palacongressi».

© Riproduzione Riservata

Commenti