Taormina Vigili Urbani
Polizia municipale di Taormina

Il Comune di Taormina procede a due assunzioni con mobilità per il Corpo di Polizia municipale ma proprio i sindacati del settore esprimono perplessità a tal riguardo. «La soluzione giusta per potenziare l’organico – spiega il rappresentante Rsu – Csa Regioni Autonomie Locali, Eugenio Longo (ispettore capo della Polizia municipale di Taormina) è quella di dar seguito al concorso per i vigili urbani a suo tempo effettuato dal Comune di Taormina, andando a procedere alle relative assunzioni da quella graduatoria. Ci lascia perplessi quanto si sta prevedendo, non comprendiamo e non condividiamo la scelta di attingere alla mobilità». Il concorso richiamato da Longo è quello per gli agenti di Polizia municipale che venne posto in essere dall’allora Amministrazione Bolognari alla fine degli Anni Novanta. I vincitori di quel concorso non sono mai stati assunti e per loro il posto di vigile rischia di rimanere un miraggio per sempre. «Quella graduatoria è ancora valida, a nostro avviso non si può far finta che non esiste», aggiunge Longo.

L’avviso contestato. I vigili urbani rimasti in servizio a Taormina sono ormai 10, di cui alcuni tra non molto si troveranno già in età pensionabile. La Giunta sta attuando la modalità di assunzione di 2 unità tramite «Avviso pubblico rivolto al personale appartenente ai corpi e ai servizi di polizia provinciale degli enti di area vasta (Ex Province Regionali ora Liberi Consorzi Comunali e Città Metropolitane)». La comunicazione fatta da Palazzo dei Giurati è stata prevista anche «in subordine, al personale degli enti del comparto Regioni Autonomie Locali» e tale avviso ha per oggetto «l’assunzione mediante mobilità esterna volontaria di due istruttori di vigilanza (categoria C) a tempo indeterminato e pieno».

Lsu diventano ausiliari? Con il G7 il rischio alle porte è quello di dover affrontare un evento del genere, con pochissimi vigili a disposizione, ecco perché si sta cercando di potenziare il Corpo, sia con queste due assunzioni in mobilità, le cui candidature dovranno arrivare entro il 20 febbraio, sia anche ipotizzando lo spostamento tutto interno all’ente di 5 unità tra gli Lsu che potrebbero andare a fare gli ausiliari del traffico. Il problema, su quest’ultimo ambito, è che al momento non sembrano esserci candidature tra gli stessi Lsu, e quindi non si registra la relativa disponibilità, ad andare ad occupare le caselle vacanti del Corpo di Polizia municipale. I lavoratori preferiscono rimanere in ufficio e a questo punto dovrà essere l’Amministrazione a fare un passo avanti, assumere delle decisioni e cercare di sbloccare la vicenda in tempi stretti. Perché si avvicina il G7 di fine maggio e si avvicina anche la stagione turistica.

© Riproduzione Riservata

Commenti