Gli impianti di contrada Pietre Nere a Giardini Naxos
Gli impianti di contrada Pietre Nere a Giardini Naxos

Il Comune di Taormina ha liquidato con apposita determina dirigenziale le somme per il Consorzio Rete Fognante riferite all’anno appena trascorso. «Per l’anno 2016 – scrivono gli uffici di Palazzo dei Giurati – sono stati emessi mandati per un importo pari a 900.000,00 euro e occorre liquidare la differenza di 399.424,32 euro». Si tratta, quindi, nel caso specifico dell’ultima tranche da quasi 400 mila euro che mancava ancora all’appello e che adesso il Comune di Taormina ha provveduto a mettere a disposizione del Consorzio con relativo atto di assegnazione e liquidazione delle somme.

Sofferenze economiche. Il Consorzio è alle prese, come si sa, con difficoltà economiche e una carenza di liquidità di cassa legate, tra le varie cose, ai ritardati pagamenti delle quote dovute all’ente dai quattro Comuni che ne fanno parte, ovvero Taormina, Giardini, Letojanni e Castelmola. L’ente presieduto da Andrea Raneri è riuscito sinora ad andare avanti e fare funzionare in modo ottimale gli impianti di Giardini e Letojanni ma da tempo si parla della necessità di una rivisitazione della situazione economica e programmatica per assicurare un futuro maggiormente sereno ad una struttura che dalla primavera 2015 opera con risultati positiva con una gestione in house.

© Riproduzione Riservata

Commenti