Giardini Naxos, Torrente Santa Venera
Giardini Naxos, Torrente Santa Venera

Finanziamento in arrivo per l’attesa messa in sicurezza del torrente Santa Venera. Il sindaco Orlando Russo, a seguito di una missione a Palermo negli uffici della Regione, è riuscito ad ottenere il placet del Dipartimento regionale di Protezione Civile allo stanziamento di 270 mila euro per la risagomatura del torrente che si trova in un territorio che ricade tra i Comuni di Taormina e Castelmola e che interessa anche il Comune di Giardini. Taormina è interessata in modo particolare perché il torrente rappresenta una costante minaccia per la popolosa cittadina di Trappitello, mentre nel caso di Castelmola si sono avute anche nelle recenti piogge e nell’alluvione del 25 novembre diverse famiglie rimaste per intere settimane isolate ed impossibilitate ad uscire di casa.

Lavori di rilievo comprensoriale. «Si tratta di un’azione condotta in sinergia con i colleghi amministratori del Comune di Taormina – spiega Russo – ma la cosa davvero importante è che finalmente dovrebbe essere la volta buona per sbloccare la situazione del “Santa Venera”, che da tempo rappresenta una vera e propria bomba ecologica per la nostra popolazione e di fatto per i residenti dei tre Comuni della zona. La Protezione Civile ha previsto l’assegnazione di 270 mila euro per le opere mirate a regimentare le acque del torrente e che dovrebbero così scongiurare quel pericolo di esondazioni che puntualmente si verifica ogni volta che arrivano le piogge».

Martedì l’arrivo del decreto? «Il decreto di finanziamento – conclude Russo – dovrebbe arrivare in settimana entrante. Lo attendiamo tra le giornate di martedì e mercoledì, abbiamo anche chiesto rassicurazioni in merito alla necessità, sia da parte del Comune di Castelmola che di quello di Taormina, per una esecuzione poi in tempi stretti dei lavori».

© Riproduzione Riservata

Commenti