Taormina, Piazza S.Antonio
caos veicolare in piazza Sant'Antonio

Caos veicolare in piazza S.Antonio e i residenti chiedono la revoca dell’ordinanza che impedisce al momento, e da diversi mesi ormai, il passaggio veicolare per le auto che salendo dalla via Crocefisso in precedenza accedevano al centralissimo slargo sito nella zona di Porta Catania. L’ordinanza doveva servire a disciplinare e diminuire i flussi veicolari in piazza S.Antonio, dove però i problemi continuano e non si attenuano. «Il caos è esattamente lo stesso di prima – afferma un residente – a dimostrazione che, in piazza S.Antonio, il problema della viabilità è dovuto esclusivamente alla sosta selvaggia dei mezzi e non al doppio senso della via Crocefisso».

L’odissea dei residenti. I residenti protestano anche perché la transenna che blocca il passaggio in risalita verso la piazza e che devia il traffico nella galleria di via Kitson, in pratica costringe gli automobilisti a dover fare un lungo giro a monte della città portandoli sino a contrada Decima e poi da lì sino alla Circonvallazione. Un prolungamento del percorso che non piace a coloro che tradizionalmente si immettevano in piazza S.Antonio e che da lì andavano ad imboccare la via Roma.

Fermare la sosta selvaggia. A seguito dell’ordinanza a suo tempo posta in vigore, la Giunta l’anno scorso ha anche previsto con relativo impegno di spesa la collocazione di una sbarra elettronica. Ora i residenti vorrebbero che il passaggio veicolare verso piazza S.Antonio venga ripristinato e che si vada ad intervenire, invece, in modo più incisivo sulle soste indisciplinate dei mezzi che a monte si trovano in piazza e che creano praticamente ogni giorno situazioni di caoticità infernale e intasamenti continui nella parte sud del salotto taorminese. La richiesta che si avanza da più parti è quella della presenza di un vigile da posizionare in modo stabile all’incrocio di piazza S.Antonio, andando a multare chiunque concorre a provocare le situazioni di caos in zona.

© Riproduzione Riservata

Commenti