Taormina Assistenza Disabili

Dopo le roventi polemiche che hanno accompagnato la ripartenza post-natalizia della scuola senza questo servizio, il Comune prova a stringere i tempi per ripristinare al più presto l’Assistenza Igienico Personale a favore degli alunni diversamente abili non autosufficienti nei plessi della pubblica materna, elementare e media inferiore di Taormina, per l’ anno 2017. Con determinazione dirigenziale n. 235 del 21 dicembre scorso era stato approvato lo schema di “Avviso Esplorativo per la manifestazione di interesse a partecipare alla gara del servizio”. E nella circostanza era stato anche approvato lo schema di bando, il capitolato d’oneri e i relativi allegati nei quali si stabiliva che la manifestazione di interesse doveva pervenire entro e non oltre il 10 gennaio. Le domande pervenute sono state ben 25 per cui si è provveduto al sorteggio e adesso, con relativa determina, gli uffici comunali, con nota a firma del Responsabile dell’Area Servizi alla Persona, Giovanni Coco, hanno approvato il verbale della manifestazione di interesse.

I costi del servizio. Il servizio da riattivare concerne in tutto 13 alunni che frequentano i plessi dell’Infanzia, della Primaria e della Secondaria di Taormina e Trappitello. Sinora la Giunta aveva stanziato 23 mila euro per la prosecuzione del servizio sino al 22 dicembre scorso mediante relativa. La spesa complessiva poi prevista per il 2017 per la riattivazione ed il mantenimento del servizio in tutti i mesi successivi di questo anno è stata di 75 mila 655 euro ma si è trattato di attendere l’espletamento dei relativi adempimenti di gara.

L’attesa delle famiglie. La vicenda ha tenuto in apprensione le famiglie di questi 13 diversamente abili, ed ha anche suscitato discussioni in Comune con tanto di polemiche sulle modalità di gestione del servizio, ed anche la dirigente del “Comprensivo 1”, Carla Santoro ha sollecitato una svolta in tempi stretti. Il servizio ovviamente si rivolge agli alunni certificati che hanno dei problemi ed ai quali è stato riconosciuto lo stato di gravità, per favorire l’integrazione nel gruppo dei pari e nel contesto scolastico e si esemplifica con la figura dell’assistente alla comunicazione, che viene assegnata alla scuola per favorire e sostenere il percorso di autonomia e di apprendimento dell’alunno, facendo particolare attenzione ai cambiamenti ed ai progressi in itinere.

© Riproduzione Riservata

Commenti