Polizia Municipale di Taormina
Polizia Municipale di Taormina

Tre vigili in arrivo nel Corpo di Polizia municipale in aggiunta ai 10 attualmente in servizio. E’ la prospettiva che si delinea all’orizzonte per i prossimi mesi con un ampliamento della Pianta organica degli agenti in forza al Comando di Pm diretto dal Comandante Agostino Pappalardo. In concomitanza con il G7 il Comune di Taormina ha chiesto al Governo concessione di poter sforare il Patto di Stabilità «consentendo l’adozione degli atti amministrativi necessari per dotare il Comune di ulteriori figure di Polizia municipale, ed ulteriore personale lavorativo da impiegare per servizi nella città». «Ciò sarebbe facilitato – ha scritto l’Amministrazione in una nota comunicata a Palazzo Chigi – provvedendo alla stabilizzazione del personale (i precari) esclusivamente per la copertura di queste specifiche figure lavorative».

Soltanto tre unità. Dovrebbero esserci alcune assunzioni di vigili e un iter dedito ad aggiungere rinforzi in termini stabili senza dover passare dai provvedimenti tampone di qualche presenza a tempo, come verificatosi la scorsa estate quando giunsero per alcune settimane in servizio nella Perla dello Ionio dei vigili che lavorano di ruolo al Comune di Torino. In verità ci si aspettava qualcosa in più e che gli agenti da integrare all’attuale, insufficiente, Corpo di Polizia municipale che si compone di soli 10 vigili urbani, potesse essere ampliato da altrettanti agenti in più. E invece, a quanto pare, non arriveranno 10 vigili ma 3. L’obiettivo, in ogni caso ineludibile, è quello di mettere forze fresche in un contesto che si è ridotto ormai ai minimi termini e che non può continuare ad affrontare le molteplici esigenze del territorio con così pochi vigili in pianta organica.

Opposizioni in pressing. La questione è stata anche sollecitata dal Partito Democratico, con i consiglieri comunali del gruppo consiliare dei democratici, Piero Benigni, Graziella Longo e Carmelo Valentino che avevano informato del problema il sottosegretario Davide Faraone nel corso di una sua visita a Taormina qualche tempo fa. Ora il problema si avvia verso una schiarita, anche se forse con soli 3 agenti parlare di vera e propria svolta all’orizzonte appare un azzardo

© Riproduzione Riservata

Commenti