I consiglieri Composto e Benigni
I consiglieri Composto e Benigni

Le opposizioni invitano l’Amministrazione comunale di Taormina a riferire in aula su come stanno procedendo le attività di preparazione del G7. Sull’argomento si registra una presa di posizione congiunta dei capigruppo del Partito Democratico, Piero Benigni, e di “ProgettiAmo Taormina”, Pinuccio Composto. I due gruppi politici hanno chiesto già da tempo alla Giunta, con un apposito odg, di relazionare, su come intende muoversi il Comune in vista del vertice dei Capi di Stato e di Governo del 26 e 27 maggio e sullo stato attuale delle fasi organizzative dell’evento.

Una chance per Badia Vecchia. «Sul G7 – dichiara Benigni – leggiamo molte notizie a mezzo stampa ma non abbiamo comunicazioni formali. Noi come Partito Democratico avevamo chiesto, insieme a ProgettiAmo Taormina, che l’Amministrazione venisse a relazionare in aula in merito alle intenzioni della Giunta e soprattutto del Governo. Le richieste di discussione dell’argomento, formalizzate in un apposito ordine del giorno, sono rimaste inevase e, nonostante la presidenza abbia mantenuto il punto all’ordine del giorno, non è stato possibile discutere sin qui in Consiglio comunale di G7». «Sulle opere da realizzare – aggiunge Benigni – avevamo chiesto un incontro all’Amministrazione ed in primis al sindaco. L’elenco che ci è pervenuto nei giorni scorsi ci soddisfa solo in parte e ritenevamo giusto e doveroso che ci fosse invece un confronto tra le forze politiche e che almeno in questa occasione si sarebbe potuto predisporre un atto congiunto da sottoporre in termini unitari e condivisi al Governo nazionale. A nostro avviso questo G7 rimane un’occasione propizia, anzi imperdibile, per arrivare una volta per tutte alla riapertura della Badia Vecchia, considerato che potrebbe diventare un’ulteriore spinta per la proposta culturale della città».

Stroncare l’ambulantato abusivo. «A nostro avviso c’è un ritardo evidente e preoccupante nell’avvio delle opere – afferma Composto – e bisogna, pertanto, stringere i tempi e intraprendere procedure snelle. La velocità deve, tuttavia, consentire di realizzare interventi che riescano ad essere utili anche dopo il 27 maggio. C’è la necessità di mettere in atto lavori che rimangano poi nel tempo. Da mesi sosteniamo che in un’occasione come questa bisogna discutere tutti attorno ad un tavolo per poi andare a fare le cose nei tempi previsti. Sinora questa disponibilità al dialogo non è stata recepita dalla Giunta. Un’opportunità sarebbe, certamente, quella di realizzare finalmente il collegamento Lumbi-centro storico. Ma in ogni caso è essenziale che il sindaco venga in aula a riferire e a dirci come stanno procedendo le cose». «Vista la grande presenza di Forze dell’Ordine che si prevede per il G7 – conclude Composto – abbiamo chiesto che le misure di sicurezza e di ordine pubblico riescano ad incidere in modo forte ed efficace anche sulle logiche consolidate dell’abusivismo commerciale. L’ambulantato abusivo è un fenomeno da debellare, non solo nei giorni del G7 ma per sempre e chiediamo un’apposita azione che, partendo da questo grande dispiegamento di forze dell’ordine, riesca sradicare il problema. Serviranno, poi, una serie di interventi all’arredo urbano. Ora attendiamo le risultanze dell’incontro che avrà il sindaco con il sottosegretario Boschi».

© Riproduzione Riservata

Commenti