Maria Elena Boschi ed Eligio Giardina
Maria Elena Boschi ed Eligio Giardina

Maria Elena Boschi sarà a fine gennaio in visita a Taormina nei luoghi del G7. L’indiscrezione anticipata in esclusiva da TaorminaToday ha trovato conferma nel corso del vertice sul G7 a Roma, a Palazzo Chigi, svoltosi nella giornata odierna tra il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri ed il sindaco di Taormina, Eligio Giardina. I due hanno fatto il punto della situazione sullo stato delle procedure per l’organizzazione e la realizzazione del vertice dei Capi di Stato e di Governo in programma il 26 e 27 maggio nella Perla dello Ioni. Alla riunione ha preso parte anche il Segretario Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Paolo Aquilanti. Il sottosegretario Boschi ha comunicato al primo cittadino di Taormina che sarà in visita a Taormina a fine gennaio per visitare personalmente i luoghi, le strutture pubbliche e gli alberghi che saranno sedi del G7, ed inoltre verrà anche visitato dall’ex ministro con molta probabilità il Teatro Antico, dove si svolgerà un concerto speciale per il G7 il 26 maggio. Insieme alla Boschi sarà in visita a Taormina anche il segretario generale di Palazzo Chigi, Aquilanti.

Le dichiarazioni del sindaco. «L’esito della riunione è indubbiamente molto confortante – ha detto Giardina all’uscita da Palazzo Chigi -. Il sottosegretario Boschi verrà in visita a Taormina tra due settimane. Posso soltanto dire che nel corso della discussione abbiamo affrontato vari aspetti ed il sottosegretario, come anche il segretario generale, ha espresso la volontà di dare il massimo supporto alla nostra città per l’organizzazione di questo evento mondiale. Ed è stata confermata la disponibilità di 15 milioni di euro per i lavori che dovranno essere realizzati in vista del G7».

Conto alla rovescia per i lavori. «I cantieri inizieranno entro fine gennaio e, stando alle indicazioni del Governo, si dovranno concludere entro e non oltre il mese di aprile», ha aggiunto Giardina. Tra i temi affrontati nella riunione a Roma, in particolare, quelli della logistica, l’accoglienza e le ospitalità dei politici e più in generale degli addetti ai lavori che prenderanno parte alla due giorni di Taormina. Ora c’è da definire, come detto, l’elenco dei cantieri: una questione questa della quale si sta già occupando, con poteri straordinari, il neo-commissario straordinario Riccardo Carpino, nominato dal CdM il 23 dicembre scorso, che sarà presente insieme alla Boschi al sopralluogo previsto dal Governo a fine gennaio a Taormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti