Foto panoramica di Gaggi
Foto panoramica di Gaggi

Pochi mesi dopo le tragiche morti del 16enne Salvatore D’Agostino, e del 20enne Sebastiano Leonardi, un altro lutto colpisce Gaggi. Stavolta se n’è andato, in drammatiche circostanze un 33 enne che si è tolto la vita nel primo pomeriggio di giovedì 12 gennaio nella propria abitazione. I familiari del giovane, accorsi sul posto, hanno immediatamente chiamato i soccorsi ma vano si è rivelato ogni tentativo dei medici di salvare il malcapitato. Non si conosce, al momento il perché di questo gesto estremo che il ragazzo ha deciso di compiere e che ha purtroppo messo in atto in maniera irreversibile. Persona solare e generosa, la vittima era stimata e ben voluta nella comunità di Gaggi. Nella vita di tutti i giorni faceva il fabbro, tra le sue passioni invece il calcio e la squadra del cuore, la Juventus. Affranti dal dolore i suoi cari ma anche gli amici e i conoscenti che lo piangono e lo ricordano in queste ore con loro messaggi suoi social network, rivolgendogli un pensiero d’affetto.

La triste fine di questo ragazzo allunga la sequenza di giovani morti che hanno colpito sin dalla scorsa estate la comunità di Gaggi. Il 20 agosto 2016 se n’è andato Salvatore D’Agostino, il ragazzo che per 18 giorni lottò invano dopo essere rimasto folgorato la sera del 2 agosto in piazza Cavallaro mentre giocava con amici. Qualche settimana più tardi, il 5 settembre, toccò poi a Sebastiano Leonardi, 20enne di Graniti, rimasto vittima di un incidente stradale dopo l’impatto contro i gradini della piazza centrale di Gaggi mentre col suo scooter tornava a casa da lavoro. Adesso il suicidio di un 33enne che lascia i due amati figli piccoli.

© Riproduzione Riservata

Commenti