Italo Mennella, presidente Associazione Albergatori Taormina
Italo Mennella, presidente Associazione Albergatori Taormina

Un altro vertice in Prefettura per il G7. Poche ore dopo la riunione di martedì a mezzogiorno, il Prefetto, Sua Eccellenza Francesca Ferrandino, ha convocato nel pomeriggio a Messina il presidente dell’Associazione Albergatori di Taormina, Italo Mennella. Nell’occasione si è discusso della situazione riguardante il piano delle ospitalità per il vertice del 26 e 27 maggio. In particolare c’è da preparare non soltanto l’ospitalità delle 35 delegazioni ma anche quella delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate che saranno impegnate sul territorio per garantire le eccezionali misure di sicurezza previste a protezione del G7. La Prefettura di Messina ha indetto lo scorso 1 dicembre un avviso di manifestazione di interesse riguardante proprio le strutture disponibili ad ospitare il personale di sicurezza che sarà operativo per il G7, ed in quell’avviso pubblico sono stati resi noti anche i termini dettagliati e le condizioni previste.

Ospitalità nell’intero comprensorio. «Ovviamente non posso entrare nel merito della discussione che abbiamo avuto – spiega Mennella -, tuttavia posso dire che stiamo procedendo rapidamente verso la definizione dei vari aspetti che riguardano l’accoglienza delle Forze dell’Ordine sia a Taormina che nelle altre località dell’hinterland. Ovviamente si tratta di un numero importante di rappresentanti sia delle Forze di Polizia che dell’Esercito italiano e ci sarà bisogno di ospitarli non solo a Taormina ma anche in diversi altri centri abitati del comprensorio, a partire da Giardini Naxos e Letojanni. Siamo fiduciosi di poter definire quanto prima il quadro delle cose».

“Le grandi manovre”. In vista del G7 si stanno, ovviamente, predisponendo gli arrivi delle unità delle Forze di Polizia e dell’Esercito che saranno impegnati nella “Perla” non soltanto nella due giorni di fine maggio ma anche nelle fasi di preparazione dell’evento, sin dalle giornate conclusive di questo mese. È una macchina organizzativa certamente complessa e di straordinario livello di importanza quella che si sta preparando per il G7 e il Prefetto di Messina, insieme anche al Questore di Messina sta seguendo da vicino tutti i vari dettagli di quanto bisognerà porre in essere per far funzionare le cose nel miglior modo possibile.