L'avvocato Paolo Turiano
L'avvocato Paolo Turiano

Un altro contenzioso da risolvere per il Comune di Taormina in questo inizio d’anno. Prosegue, infatti, e fa registrare un atto di precetto nei confronti di Palazzo dei Giurati la battaglia legale tra l’avvocato Paolo Turiano Mantica e il Comune di Taormina per ingenti somme inerenti parcelle non pagate dall’ente locale. Il noto professionista, che in passato ha assistito Palazzo dei Giurati in tante circostanze tra le quali anche alcune fasi del lodo Impregilo ma anche per la questione del casinò di Taormina, ha reclamato in oggetto ad altre cause somme non versate dalla casa municipale pari a 28 mila 764 euro. Il tutto “per fatture emesse e compensi relativi alla definizione di giudizi in cui ha rappresentato e difeso il Comune di Taormina, oltre agli interessi legali e le spese relative alla procedura moratoria”.

Il decreto ingiuntivo. La contesa prosegue e con decreto ingiuntivo dei mesi scorsi il Tribunale di Messina, Prima Sezione Civile, ha ingiunto al Comune il pagamento delle somme reclamate dall’avvocato Turiano e con relativo decreto ingiuntivo il Tribunale ha autorizzato l’esecuzione provvisoria parziale di 17 mila 258 euro. Il Comune si è opposto tramite azione presentata dai propri legali di fiducia, gli avvocati Pietro De Luca e Domenica Cantavenera.

La richiesta attuale. Il 22 dicembre scorso, l’avvocato Turiano ha intimato al Comune il pagamento di 19 mila 375 euro di cui 17 mila 258 euro di sorte capitale e 2 mila 117 euro di spese legali e competenze relative all’atto di precetto. Per questo la Giunta adesso ha dato mandato al sindaco di conferire ulteriore incarico agli stessi due legali per difendere il Comune in opposizione al decreto ingiuntivo. Il Comune dovrà presentare opposizione entro il 31 gennaio sul procedimento in itinere.

© Riproduzione Riservata

Commenti