Taormina, Parcheggio Lumbi
Taormina, Parcheggio Lumbi

Arriva l’inverno e come ormai da (triste) tradizione Taormina abbassa le saracinesche e dà appuntamento ai prossimi mesi, a marzo, per la ripresa del movimento turistico. Un segnale emblematico è quello della chiusura che ancora una volta è stata disposta anche quest’anno per il parcheggio Lumbi. Non c’è clientela, da qui alle prossime settimane non è previsto un numero significativo di avventori in paese e allora il posteggio della zona nord di Taormina chiude per quasi due mesi. «Asm – comunica l’Azienda Servizi Municipalizzati – informa la spettabile utenza che il Parcheggio Lumbi resterà chiuso al pubblico dal 9 gennaio al 3 marzo. Durante questo periodo, ingressi, uscite, sosta e servizio navetta a chiamata saranno fruibili solo dagli abbonati. L’impianto tornerà al suo regolare funzionamento alle ore 7:00 di sabato 4 marzo». Sino ai primi di marzo il parcheggio di riferimento di Taormina sarà il “Porta Catania”, nel lato sud della città, anch’esso gestito dall’Asm. C’è anche il parcheggio “Porta Pasquale” a pochi passi dal Lumbi ma anche questa struttura (gestita dal Comune) potrebbe essere temporaneamente chiusa da qui a breve. Intanto nelle prossime sedute di Consiglio comunale dovrebbe essere affrontata la questione delle tariffe dei parcheggi, che si avviano ad una revisione con una serie di modifiche prospettate da Asm.

Le nuove tariffe. Il Commissario liquidatore di Asm, Agostino Pappalardo, ha già trasmesso al Comune di Taormina copia di un nuovo schema che prevede la variazione e modifica per le tariffe di Lumbi e Porta Catania (unitamente anche agli altri servizi della municipalizzata, ovvero la funivia e il parcheggio coperto di Mazzarò) Quanto in vigore dal 2006 sul costo della sosta nei posteggi è ormai da tempo al centro di polemiche e viene ritenuto da più parti necessitante di correttivi per essere in linea con le attuali dinamiche del mercato. Per questo Pappalardo ha disposto che vengano ritirate le precedenti proposte fatta a suo tempo al Consiglio comunale, una che risale al 27 maggio 2015 ed un’altra al 9 marzo 2016, e ha inviato sempre a Palazzo dei Giurati un nuovo prospetto delle tariffe dei servizi Asm. «A seguito delle riunioni di Prima Commissione Consiliare susseguitesi tra aprile e novembre di quest’anno – spiega Pappalardo – si ritiene opportuno ritirare le precedenti proposte e formularne una nuova con le modifiche delle tabelle tariffarie discusse e apportate in Commissione».

Variazioni e modifiche. L’entrata in vigore delle nuove tariffe è stata prevista a partire dal 9 gennaio 2017. In base al nuovo schema sono questi i prezzi previsti al Lumbi: entro 1 ora e 30 minuti di sosta 1 euro, entro 3 ore 5 euro, entro 4 ore 6 euro, entro 5 ore 7 euro. Al Parcheggio Porta Catania si prevede: entro 1 ora 1 euro, entro 2 ore 5 euro, entro 3 ore 6 euro, entro 4 ore 7 euro. Attualmente, giusto per fare qualche esempio, al Lumbi 1 ora e 15 minuti costa 2 euro, 2 ore e 30 costano 5 euro, 3 ore e mezza 6 euro e 4 ore e 30 invece 7 euro, mentre al Porta Catania entro 1 ora 1 euro, entro 1 ora e mezza 2 euro e 50 centesimo, entro le 3 ore 6 euro ed entro 4 ore 7 euro. Il nuovo piano della tariffe prevede anche altre servizi, tra i quali ovviamente la funivia dove la corsa semplice si conferma a 3 euro e quella andata e ritorno a 6 euro. Nei parcheggi comunali, a tutti gli importi va aggiunto 1 euro di ticket comunale, tenendo conto che i residenti hanno diritto ad una riduzione del 50% su tutte le tariffe e sono esentati dal pagamento del ticket.

© Riproduzione Riservata

Commenti