G7 Taormina preparativi Hotel

«La macchina organizzativa per il G7 sta procedendo, contiamo di definire al più presto il piano delle ospitalità. Il nostro comprensorio sarà completamente riservato a questo evento a fine maggio, a partire dai 7 mila posti letto di Taormina». Lo ha dichiarato Italo Mennella, il presidente dell’Associazione Albergatori di Taormina che sta seguendo a stretto contatto con il Ministero degli Affari Esteri le attività di preparazione del G7 con particolare riferimento alla previsione delle ospitalità per l’enorme numero di persone che soggiorneranno nella Perla dello Ionio soltanto nell’ambito del G7. Taormina, come si sa,verrà blindata e sarà zona rossa completamente impedita all’accesso ai turisti nelle giornate del 26 e 27 maggio ed analoghe misure di sicurezza con molta probabilità si determineranno nella giornata del 28 maggio ed in quelle del 24 e 25 che precederanno il vertice internazionale delle sette super-potenze. Livelli altissimi di sicurezza ci saranno anche a Giardini e Letojanni.

Strutture ricettive solo per il G7. «Al momento possiamo soltanto confermare che i circa 7 mila posti letto saranno interamente occupati dal G7 – evidenzia Mennella -. Avremo numeri molto importanti. Siamo in una fase di pianificazione quindi non possiamo entrare nel merito dei dettagli, sui quali la riservatezza è d’obbligo. Ad ogni modo le strutture ricettive di Taormina come pure di Giardini e Letojanni verranno tutte dedicate a questo grande evento, al quale stiamo cercando di prepararci al meglio».

I numeri del G7 2017. Il dato complessivo delle presenze per il G7 si preannuncia davvero imponente: basti pensare che Giardini vanta oltre 6 mila posti letto e Letojanni altri 3 mila posti letto. Arriveranno per l’occasione 35 delegazioni da ogni parte del mondo e si ipotizzano richieste di accredito per circa 7 mila giornalisti, ed a questi bisognerà ovviamente aggiungere il quantitativo molto imponente di Forze dell’Ordine e militari dell’esercito che verranno dislocati sul territorio dell’intero comprensorio di Taormina per garantire le necessarie misure di sicurezza. Taormina e i centri dell’hinterland si preparano, insomma, alla due giorni di fine maggio che metterà il primo polo turistico siciliano al centro dell’attenzione sotto gli occhi del mondo intero.

Il bando per le Forze di Polizia. A breve si definirà anche l’sito dell’avviso pubblico che era stato indetto lo scorso dicembre dalla Prefettura di Messina, che ha disposto una gara per la “Fornitura di servizi alberghieri e di ristorazione per il G7”. Si tratta di un ulteriore passaggio che servirà ad organizzare i servizi alberghieri e di ristorazione del personale delle Forze di Polizia e delle Forze armate che saranno in servizio di ordine pubblico fuori sede per le attività inerenti l’evento del 26 e 27 maggio. L’iter avviato dalla Prefettura (il cui termine di scadenza era lo scorso 19 dicembre) si svolge in coordinamento con le Forze di Polizia e con le Forze Armate coinvolte, appunto, nei servizi di ordine pubblico e sicurezza per il G7. Le esigenze connesse all’evento, per quanto riguarda le Forze di Polizia e le Forze Armate riguardano diversificati contingenti di personale e periodi temporali compresi tra il 30 gennaio e il 28 maggio.

© Riproduzione Riservata

Commenti