Casa di Riposo. Pinuccio Composto, capogruppo di
Casa di Riposo. Pinuccio Composto, capogruppo di "ProgettiAmo Taormina"

Il gruppo di opposizione “ProgettiAmo Taormina” reclama chiarezza sulla situazione della Casa di riposo di Taormina chiusa dalla Regione per “criticità igienico sanitarie” e “carenze strutturali”. Il capogruppo Pinuccio Composto, unitamente ai consiglieri Nunzio Corvaia, Alessandra Caltabiano e Liliana Tona, invita l’Amministrazione a relazionare d’urgenza sull’emergenza in atto. «Sulla casa di riposo ci sono delle inadempienze politiche ed amministrative», spiega Composto che a più riprese in sede di Consiglio comunale ha rivolto duri attacchi sia alla politica che alla dirigenza ed alle società che negli anni hanno gestito la struttura di contrada S.Antonio. «Tutti questi problemi di cui si parla adesso a seguito della chiusura della casa di riposo – afferma Composto – erano ampiamente noti da tempo e li avevano denunciati in tanti. Dispiace per gli anziani e per il personale che stanno andando incontro ad una situazione drammatica e ci auguriamo veramente che nel più breve tempo possibile il tutto si possa normalizzare. Ci sono troppi interessi economici attorno a quella struttura. Non si doveva arrivare a questa chiusura».

La svolta mancata. «Bisognava prevedere e percorrere nel tempo la strada di una “exit strategy” per fare una nuova gara, individuare un nuovo ente gestore e sistemare la struttura in relazione alle varie carenze strutturali. Tuttavia i vari assessori e i dirigenti non si sono occupati del caso. E’ una vicenda che avrà degli sviluppi anche di carattere giudiziario. Siamo di fronte a milioni di euro sprecati. Da parecchi anni a questa parte la casa di riposo di Taormina è stata un “pozzo di San Patrizio”. Se non si cambia e se non si svolta sul serio, il Comune continuerà a pagare prezzi altissimi per una casa di riposo ad oggi inadeguata rispetto ai vigenti standard regionali. Noi avevamo presentato una interrogazione e l’assessore ci aveva detto che le cose andavano bene. I fatti di queste ore dicono che le cose stavamo come avevamo detto noi».

© Riproduzione Riservata

Commenti