L’Orchestra a Plettro Città di Taormina incanta il pubblico nel doppio concerto di Capodanno

Applausi per lo storico sodalizio della "Perla", diretto dal maestro Antonino Pellitteri, che si è esibito nella serata di domenica al "San Domenico" ed il giorno successivo in Cattedrale

0
1819

Come da tradizione, l’Orchestra a Plettro Città di Taormina si conferma una splendida attrattiva dell’inizio anno nella Perla dello Ionio. L’orchestra guidata dal maestro Antonino Pellitteri si è resa protagonista di un doppio appuntamento caratterizzato da sonorità d’autore ed accompagnata dagli applausi scroscianti del pubblico. Domenica 1 Gennaio 2017, nel consueto appuntamento del Capodanno, l’Orchestra si è esibita in modo impeccabile presso il “San Domenico Palace Hotel” e nella serata successiva del 2 gennaio è stato proposto un altro concerto di identico fascino nella Basilica Cattedrale di Taormina. Per l’occasione il pubblico ha avuto modo di ascoltare l’emozionante e suggestiva esecuzione di musiche di: Kuwahara, Ketelbey, Angulo, Gardel, Bizet, Calace. Prosegue, dunque, con successo l’impegno del sodalizio che si inserisce nel contesto delle attività dell’associazione musicale di Taormina presieduta da Elisabetta Monaco. L’Orchestra può vantare una storia ultracentenaria ed è a tutti gli effetti un pezzo di storia della Città di Taormina, orgoglio e vanto del territorio e che può anche annoverare nei propri trascorsi diverse esibizioni all’estero, come ad esempio nel caso dell’esaltante trasferta della tournée in Spagna.

La storia dell’Orchestra. Alla fine degli anni settanta, come si ricorderà, il Maestro Chico Scimone, pianista e maratoneta, noto per le sue famose scalate all’Empire State Building, prese il posto di direttore portando l’orchestra, attraverso degli arrangiamenti da lui scritti, a riscoprire le vecchie e sempre verdi melodie del nuovo mondo e le musiche da film. Sempre nello stesso periodo il mandolinista Maestro Pancrazio Gullotta scrisse delle opere originali, con l’obiettivo di dar rilievo alle possibilità tecniche mandolinistiche ed intrise di sicilianità nel rispetto delle strutture classiche, che tuttora vengono eseguite. Nel 1997 il Maestro Chico Scimone, pur mantenendo in seno all’orchestra un ruolo importante come pianista, ha affidato la direzione al Maestro Maurizio Gullotta e successivamente al Maestro Riccardo Buzzurro. Dal 2008 l’Orchestra è guidata dal Maestro Antonino Pellitteri, che rinverdisce con la sua abilità i fasti del passato. L’Orchestra a Plettro di Taormina incarna l’essenza internazionale della città.

Binomio inscindibile con la Perla. Come la Perla dello Ionio viene attraversata, durante tutti i mesi dell’anno, da turisti e viaggiatori provenienti da ogni parte del mondo, e così questa Orchestra ha sempre viaggiato in grandi città del globo e si è fatta conoscere per la sua eccellenza: si è esibita ad Amburgo, Berlino, Francoforte, Miami, New York, Pittsburgh, Boston, Barcellona e qualche anno fa una tv giapponese ha girato un video documentario su un’esibizione dell’Orchestra. Sulle note di Mozart, Beethoven, Mascagni, Strauss Verdi e di tutti gli autori classici più famosi, fino agli autori di famose melodie napoletane, siciliane, e americane, l’Orchestra a Plettro di Taormina riesce a incantare chi ha la fortuna di assistere ad un suo spettacolo. Ha la forza di far innamorare chi ascolta le sue musiche, proprio come il panorama e l’architettura di Taormina entrano nel cuore di chi vede il borgo per la prima volta. E questa bellissima storia continua.

SHARE