Taormina, Via Garipoli
Taormina, Via Garipoli

Capodanno col black-out nella principale strada di accesso alla città di Taormina, con la via Garipoli che incredibilmente si è presentata nelle ore serali al buio mentre le auto incolonnate in fila salivano e scendevano lungo la bretella della A18 senza un minimo di luce nella parte che porta al Lumbi. Un “fuori programma” che lascia molto perplessi e che fa discutere anche perché la situazione è analoga a quella che si registra con una preoccupante frequenza già da tempo nella via Pirandello, altra arteria di accesso ed uscita del paese sempre sul versante nord di Taormina. Ma è possibile che nessuno si sia accorto di questi black out e che non si ponga rimedio in modo efficace e tempestivo? Qual’è il problema? Perché si verificano questi black-out che lasciano intere zone al buio?

I rischi per l’utenza. Il Comune di Taormina dovrebbe attivarsi per una questione così importante come quella delle principali strade che per diversi tornanti restano nella più completa oscurità con evidente condizione di pericolo per l’incolumità di chi transita su mezzi a due e quattro ruote ma anche per i pedoni. Nel caso della serata di Capodanno un automobilista si è dovuto fermare a cambiare una ruota della macchina, in prossimità della salita per la galleria paramassi, mentre attorno a lui c’era buio completo e quindi anche con l’insidia che qualcuno potesse sopraggiungere in direzione Taormina centro senza vederlo. A prescindere da chi siano le specifiche competenze si tratta di un fenomeno che dovrebbe verificarsi una volte o due ma non con questa puntualità ormai svizzera ravvisabile nelle arterie più trafficate di Taormina. E a voler essere ancor più pignoli si potrebbe o si dovrebbe dire che questi fatti non dovrebbero accadere nella località che ospiterà il G7.

© Riproduzione Riservata

Commenti