Operatori sociali- Foto di repertorio
Foto di repertorio

Al termine di un incontro risolutivo tra le parti, avvenuto nelle scorse ore in Comune, è stata risolta con la previsione di una clausula ad hoc l’emergenza riguardante il rischio di licenziamento, e conseguente perdita dei livelli occupazionali, per i lavoratori della cooperativa che hanno svolto sin qui il servizio di assistenza ai disabili del territorio di Taormina tra i quali anche gli alunni non autosufficienti che frequentano le scuole della Perla dello Ionio. Si tratta, per l’esattezza, delle attività di assistenza a 25 disabili sul territorio (con 8 operatori) che vengono aiutati nella vita di tutti i giorni ai quali si aggiungono 13 studenti diversamente abili (supportati da 7 operatori) dei plessi scolastici taorminesi. «La cooperativa che ha gestito sinora il servizio e per la quale hanno sinora lavorato gli operatori sociali, aveva recapitato agli stessi una lettera licenziamento – spiega il vicesindaco D’Agostino – ma ci siamo mossi prontamente sia per garantire il personale sia per tutelare i diversamente abili che ovviamente necessitano del servizio. Nel bando di gara in atto abbiamo inserito una clausula a tutela dei lavoratori».

I tempi per la svolta. «Agli operatori sanitari – continua D’Agostino – abbiamo chiesto un sacrificio per le prima settimana e quindi nelle more che venga espletata la procedura di gara. Il 9 e 10 gennaio verranno aperte le le buste e pertanto i tempi saranno stretti. Le scuole, inoltre, riapriranno il 9 gennaio e allora possiamo dire di essere in linea con l’obiettivo che ci eravamo posti, quello cioè di risolvere nella maniera migliore l’emergenza. Il bando di gara in fase di esecuzione contiene una “clausula sociale” che tutelerà gli operatori sociali a prescindere da quale possa essere poi la società che vincerà la procedura pubblica di affidamento del servizio. Abbiamo incontrato i parenti, gli operatori e i diversamente disabili anche per verificare – aggiunge D’Agostino – se possano anche esserci ulteriori esigenze e situazioni da affrontare, inerenti cioè altre necessità di supporto nell’arco delle giornate».

I fondi stanziati. Sui ragazzi diversamente abili, non autosufficienti che frequentano le scuole di Taormina, nei giorni scorsi la Giunta aveva già deliberato l’assegnazione delle somme necessarie a garantire anche per l’anno scolastico 2017 il supporto igienico-personale. Sinora la Giunta, con un precedente atto dello scorso novembre, aveva stanziato 23 mila euro per la prosecuzione del servizio sino al 22 dicembre, ora sono state anche assegnate le somme inerenti pure i prossimi mesi. La spesa complessiva a cui dover far fronte per questo servizio è di 75 mila euro.

© Riproduzione Riservata

Commenti