Pinuccio Composto, capogruppo di
Pinuccio Composto, capogruppo di "ProgettiAmo Taormina"

«Il Comune di Taormina non può più girarsi dall’altra parte mentre la Regione e il Parco di Naxos trattengono quei proventi del Teatro Antico che spettano alle casse della nostra città. Noi preannunciamo una battaglia senza tregua». Lo ha reso noto il capogruppo di “ProgettiAmo Taormina”, Pinuccio Composto, che ancora una volta ha inteso evidenziare la sua protesta sulla questione del mancato versamento al Comune delle somme sui biglietti di ingresso al Teatro Antico. «Sul mancato incasso del 30% di introiti del Parco Archeologico – afferma Composto faremo le barricate e una battaglia in qualsiasi sede. Intanto la legge non prevede che questa percentuale spettante al Comune di Taormina venga tolta e il Parco Archeologico non prevede ad oggi nemmeno che il Comune di Taormina e quello di Francavilla facciano parte del Parco stesso di Naxos, non sono previste nella perimetrazione del Parco di Naxos».

«Milioni di euro persi». «C’è una anomalia ed è un’anomalia anche quello che a suo tempo ha firmato il sindaco – aggiunge Composto -. Lo abbiamo detto e lo ribadiamo che non ci fidiamo della Regione e non è pensabile che milioni di euro vengano persi e consegnati alle casse della Regione e del Parco di Naxos. I visitatori che vengono a Taormina determinando un sensibile incremento dei costi su vigili urbani, viabilità e raccolta rifiuti. Non si può più far finta di niente e non si comprende per quale motivo non si stia facendo nulla per recuperare quelle somme».

© Riproduzione Riservata

Commenti