Anche l’arte siciliana protagonista al “Born in Sicily”. Presepi e teste di moro forgiate dai maestri ceramisti calatini fanno bella mostra nell’esposizione delle eccellenze alimentari, enogastronomiche ed artigianali della Sicilia, ospitata a Palazzo dei Congressi di Taormina, che resterà aperta sino all’8 gennaio, festivi compresi. Ancora pochi giorni per ammirare le ceramiche di Caltagirone che ancora oggi sono simbolo del made in Sicily nel mondo. L’ampia collezione dell’artista calatina Angelica Monteleone, visitabile all’interno dello spazio espositivo di “Born in Sicily”, racchiude l’essenza della sicilianità. «La Sicilia è sempre presente nei miei lavori- spiega l’artista calatina – con riferimenti alla vegetazione, ai fiori e ai frutti che costituiscono gli elementi decorativi delle teste di moro».

I presepi. Non si può parlare di ceramica di Caltagirone senza far riferimento ai presepi. Il presepe di Caltagirone è realizzato in terracotta o maiolica policroma ed è il simbolo del forte legame che il popolo siciliano conserva con la religiosità. «I miei presepi sono una rivisitazione di quelli della tradizione – spiega Angelica Monteleone – Nelle mie rappresentazioni della Natività utilizzo pochi colori proprio per simboleggiare che solo una piccola velatura può dare luce alle nostre produzioni».

Valorizzazione delle eccellenze. “Born in Sicily” valorizza ed esalta i prodotti siciliani di alta qualità e l’esposizione, promossa dall’assessorato al Turismo, rappresenta un’occasione per promuovere la produzione artistica e artigianale della Sicilia. «Da quello che noi siamo capaci di produrre possiamo attirare maggiori flussi turistici – sottolinea l’artista calatina – far in modo che i visitatori rimangano più tempo possibile nella nostra isola e perché no offrine motivi nuovi per ritornarci»