Cardiochirurgia pediatrica

Mentre Regione Siciliana e Regione Calabria stringono per i tempi per la definizione di un’intesa definitiva sul Centro specialistico di Cardiochirurgia pediatrica per l’intera Area dello Stretto, la cui struttura di riferimento sarà quella del Ccpm di Taormina, proprio in contrada Sirina l’attività per il nuovo anno si va arricchendo anche della prevista visita di autentici luminari della medicina che in primavera avranno modo di trovarsi al “Bambin Gesù” del San Vincenzo. Dopo l’importante esito della prima edizione del “Pediatric Heart Book – 2016”, l’appuntamento congressuale che si riproporrà nella Perla dello Jonio nei giorni 28 e 29 Aprile 2017, vedrà arrivare in zona sia per un momento di confronto scientifico sia in visita alla struttura taorminese personalità del calibro di: Gil Wernowsky (Nicklaus Children Hospital Miami), Hisashi Nikaidh, (Cook Childrens Hospital, Texas), Andrew Redington (Cinccinnati Children Hospital), Chistiane Brizard (Royal Children Hospital, Melbourne) ed inoltre il prof. Robert Anderson, la prof. Jane Somerville, il prof. Pascal Vouhè, il prof. Joseph DeGiovanni, il prof. Nikolaus Haas. Tutte personalità riconosciute e stimate in campo mondiale nel settore della cardiochirurgia pediatrica, che verranno quindi in Sicilia e avranno modo di prendere contatto diretto con la struttura che è diventata dal 2010 in poi un autentico punto di riferimento per il Sud Italia.

Visite gratuite. In particolare, la professoressa Jane Somerville, considerata la “madre” di tutti i Guch, sarà a Taormina già dal 7 al 10 febbraio per visitare gratuitamente tutti i ragazzi cardiopatici congeniti adulti, a riprova di come l’equipe medica del Ccpm guidata dal dott. Sasha Agati venga considerata un punto di riferimento e d’avanguardia per l’emergenza/urgenza nell’intera Sicilia Orientale ma anche per l’utenza della Calabria, e più in generale nel Meridione. Professore emerito presso l’Imperial College di Londra, la Somerville, alla veneranda età di 83 anni continua il suo impegno al servizio di chi ha bisogno. Si tratta di un autentico “pioniere” internazionale della ricerca sulle malattie cardiache congenite ed è stato il fondatore di Guch, un ente di beneficenza dedicato al supporto di chi soffre di malattie congenite al cuore” (Grown Up Congenital Heart).

Ccpm verso la conferma. Si prevede, insomma, un anno importante per la Cardiochirurgia pediatrica di Taormina, che sembrava ormai ad un passo dal trasferimento a Palermo e che adesso rivede la luce per un futuro ancora nella Perla dello Ionio. Il “Bambino Gesù” di Roma, su iniziativa del presidente del Cda dell’Istituto, la dott.ssa Mariella Enoc si sta muovendo d’intesa con l’Asp Messina, diretta dal manager dott. Gaetano Sirna, nell’ottica di una nuova convenzione che possa rinnovare in termini pluriennali il rapporto che attualmente si trova sino a giugno in proroga. Potrebbe presto arrivare la “fumata bianca” e si parla di un rinnovo pluriennale che potrebbe estendersi sulla base di cinque anni.

© Riproduzione Riservata

Commenti