Antonio Politi, primario del Reparto di Otorinolaringoiatria dell'Ospedale San Vincenzo
Antonio Politi, primario del Reparto di Otorinolaringoiatria dell'Ospedale San Vincenzo

“Comunico per cui sono-Dialoghi in rosa”, questo il titolo e tema di un convegno, tenutosi nei giorni scorsi in un noto hotel di Taormina, a cura dell’U.O. di ORL e chirurgia cervico facciale del presidio di contrada Sirina. L’evento moderato dal dott. Antonio Politi, primario del Reparto di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale San Vincenzo, ha visto la partecipazione di Diego Della Palma, noto e stimato esperto di Immagine e Lifestyle. Sono intervenuti a questo interessante appuntamento Serena Moschella (psicologa), Giovanna Antonelli (Oncologa), Marina Venia (anestesista), Roberta Cultrera (logopedista) e Alessandra Mancuso (psicologa). Si è discusso quindi del Deficit cognitivo e di Comunicazione nel paziente adulto ipoacusico, con dibattito moderato da Marco Marcato.

La “terapia umana”. Oggi non basta solo la perizia tecnico-scientifica per essere bravi medici, ma occorrono capacità umane ed empatiche nei confronti dei pazienti: non solo medici che curano la malattia, ma anche il malato. Il medico, proprio perché medico, sia una persona capace ad instaurare un’alleanza terapeutica, per far tornare il rapporto medico–paziente non più disastrosamente contrattuale, ma umanamente fiduciario. Nella cura infatti, si può vincere o perdere, ma se si “prende in cura” la persona, sarà sempre una vittoria. Di questo argomento si è discusso nell’occasione. «È stato un evento peculiare ed intrigante – spiega il dott. Politi – e non soltanto perché abbiamo invitate delle donne molto brave e preparate a relazionare, ma anche perché si è discusso in modo realmente interattivo, su come parlare con il paziente oncologico. Cinque donne in sanità e una vera “guest star”: Diego della Palma. Alcune vere testimonianze e messaggi di pazienti sono state “recitate” da Emanuela Pistone ed Agostino Zumbo, bravissimi attori del nostro teatro».

© Riproduzione Riservata

Commenti