“Born in Sicily” valorizza ed esalta i prodotti di alta qualità della Sicilia e l’esposizione, organizzata dalla Regione (Assessorato Regionale al Turismo e Servizio Turistico Regionale di Taormina) insieme a TaoArte, diventa anche un volano per la cultura. Un’opportunità di proporre un messaggio culturale all’esterno, in Italia e all’estero, come spiega il vicesindaco Mario D’Agostino: «L’obiettivo che ci siamo posti – ha detto, infatti, D’Agostino – era non soltanto quello di mettere in vetrina le eccellenze del territorio ma anche di andare a valorizzare di spazi non deputati solitamente alle mostre e questo è stato anche un modo intelligente di valorizzare un’area che altrimenti sarebbe rimasta chiusa. Ne abbiamo approfittato per esibire una mostra di presepi di pregevole fattura ma anche per fare conoscere le eccellenze della enogastronomia. Siamo contenti del fatto che il territorio abbia attenzionato questo evento e che ne abbia fatto un momento importante».

Taormina capitale della cucina. «Noi abbiamo il dovere di valorizzare al massimo le nostre potenzialità – continua D’Agostino – e con eventi del genere possiamo dire che si tratti anche di un messaggio che mandiamo al resto del Paese e del Mondo: Taormina non è soltanto una capitale turistica ma anche culturale e sa essere anche una capitale dell’enogastronomia, come punto di arrivo di tante piccole eccellenze di cui ci sentiamo orgogliosi, con tanti abili pasticceri e maestri della cucina che sanno trasformare la materia prima in piatti eccezionali».