Riccardo Carpino
Riccardo Carpino, commissario straordinario per il G7 a Taormina

Riccardo Carpino è il Commissario per il G7 di Taormina. Lo ha infatti indicato ufficialmente il Consiglio dei Ministri, presieduto dal premier Paolo Gentiloni, riunitosi nella mattinata a Palazzo Chigi. Nato a Catania nel 1957, Carpino dal giugno 2015 è Commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso. Dall’ottobre 2013 al dicembre 2014 è stato Commissario straordinario della Provincia di Roma, esercitando le funzioni del Consiglio, della Giunta e del Presidente della provincia. È stato, inoltre, Capo di Gabinetto del Ministro per i rapporti con le Regioni, il turismo e lo sport. Da maggio 2008 a novembre 2011 ha svolto l’incarico di Capo Gabinetto del Ministro per i rapporti con le Regioni e per la coesione territoriale. Nell’attività di Capo Gabinetto ha coordinato l’attività del Dipartimento per gli affari regionali, il turismo e lo sport e della Conferenza Stato – Regioni e Unificata. Nel corso del 2009-2011 ha coordinato anche il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica del Ministero dello sviluppo economico per la parte relativa all’utilizzazione delle risorse europee. Nel 2007 è stato nominato Prefetto.

Adesso i cantieri. Con la nomina di Carpino entra nella fase operativa l’iter per l’organizzazione del G7, a lui spetterà infatti il compito di sovrintendere le attività di predisposizione dei cantieri da attuare sul territorio di Taormina in vista del vertice del 26 e 27 maggio. Tra gli interventi previsti che dovrebbero scattare ad inizio anno in particolare la sistemazione e messa a norma del Palazzo dei Congressi, la sistemazione delle arterie di accesso alla città, la pavimentazione della via Teatro Greco e la riqualificazione di alcuni siti tra i quali la Villa comunale. Dovrebbe inoltre essere asfaltata l’intera tratta autostradale da Taormina a Catania.

© Riproduzione Riservata

Commenti