La Giunta guidata dal sindaco Nello Lo Turco ha stanziato con apposita delibera lo stanziamento di una prima parte di fondi da destinare per gli alluvionati. I danni ai quali si fa riferimento sono soprattutto quelli inerenti il quartiere San Giovanni, flagellato dalla bomba d’acqua abbattutasi sul comprensorio ionico e quindi anche su Giardini nel pomeriggio di venerdì 25 novembre. In quelle ore il fango, come si ricorderà, ha invaso strade, negozi, scantinati, garage e finanche le abitazioni situate al piano terra o appena sotto il livello della strada. Per molti si è trattato solo di paura e di conseguenze lievi, ma ci sono stati anche coloro i quali insieme al fango hanno dovuto seppellire sogni e speranze per il futuro, come nel caso emblematico di un locale pubblico che aveva aperto i battenti appena sei mesi prima e che in poche ore ha visto i sacrifici e la fatica sommersi dall’acqua e dai detriti.

I fondi stanziati. La Giunta ha previsto un apposito capitolo in bilancio denominato “attività a sostegno della popolazione a seguito degli eventi calamitosi del 25 novembre 2016” in cui sono stati trasferiti 39 mila 260 euro. Numerosi i verbali redatti dall’Ufficio tecnico comunale per una serie di azioni di sistemazione e ripristino effettuate nei giorni seguenti l’alluvione, per cui l’Amministrazione ha dovuto procedere con interventi di somma urgenza. Intanto, prosegue la raccolta delle domande di denuncia che potranno essere inoltrate fino al 31 dicembre negli uffici comunali, in cui dovranno essere elencati i danni subiti per effettuare una prima stima. A breve verrà stabilito il criterio di suddivisione delle somme, in attesa che arrivi poi la parte più consistente e più attesa di aiuti, che dovrebbe pervenire dalla Regione.

© Riproduzione Riservata

Commenti