G7 Taormina. Angelino Alfano, ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale nel Governo Gentiloni
Angelino Alfano, ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale nel Governo Gentiloni

«Ad oggi è “prematuro” un invito per Vladimir Putin al G7 previsto a Taormina a maggio». Lo ha dichiarato il Ministro degli Affari Esteri, Angelino Alfano sulle voci sempre più insistenti di un rientro in extremis della Russia al tavolo dei grandi nel vertice internazionale di Taormina, che a quel punto passerebbe da G7 A G8. Sui rapporti del nostro Paese con la Russia, lo stesso Alfano ha sottolineato che è interesse dell’Italia che «l’Amministrazione Trump consolidi con la Russia un rapporto». L’opinione di Alfano sembra, insomma, un modo per temporeggiare su una questione politiche che era e rimane aperta, una possibilità concreta sulla quale una decisione arriverà nelle prime settimane del 2017. L’Italia non chiude le porte e lascia che siano altri (probabilmente gli Stati Uniti) a indicare come ci si dovrà comportare con la Russia di Vladimir Putin.

“Il fattore Trump”. «Sulle sanzioni – continua Alfano – l’Itala è stata “lineare”, le ha applicate “con rigore e lealtà, pagando un conto salato”, contrario “a ogni rinnovo automatico”. Ad ogni modo qualcosa si muove, stando agli esperti di politica estera, e si attende in particolare che un segnale arrivi dal neo-presidente americano Donald Trump, che potrebbe presto indicare agli alleati la sua volontà di allargare il G7 e forse sta aspettando il suo insediamento alla Casa Bianca per lanciare la sua strategia prevedibilmente improntata sul voler mettere da parte la “guerra fredda” dell’era Obama con la Russia ed anzi nell’ottica di rinnovati rapporti di collaborazione».

«Cooperare contro il terrorismo». Intanto Alfano si è cosi espresso sugli attentati di queste ore che hanno colpito Russia e Germania: «Sdegno profondo e forte condanna per due atti di barbarie», «la strage di Berlino e l’uccisione dell’ambasciatore russo Karlov in Turchia ci rafforzano nella convinzione che occorre dare massima priorità alla lotta contro il terrorismo, in un quadro di intensa cooperazione con tutti i partner internazionali. A Germania e Russia tutta la nostra solidarietà».

© Riproduzione Riservata

Commenti