Eugenio Raneri, consigliere di opposizione
Eugenio Raneri, consigliere di opposizione

Il consigliere comunale Eugenio Raneri non ci sta all’ipotesi di vendita della ex Scuola Convitto Albergo di contrada S. Antonio. L’immobile risulta inserito nel Piano di Alienazione dei Beni comunali ma l’ex presidente del Consiglio comunale passa al contrattacco e non fa mistero del suo disappunto: «Sul Capalc sono stato, sono e sarò sempre contrario alla vendita. Aveva una precisa destinazione e non è stato fatto con fondi europei ma con un contributo della Cassa del Mezzogiorno. Ma grazie alle Amministrazioni succedutesi dal 1993 in poi a Taormina, quella scuola è un patrimonio che è stato lapidato. Nessuno ha mai fatto un accertamento su come stavano andando le cose. È una vergogna e di questo bisogna dare conto alla città. E adesso mi viene fatta la proposta di vendita. È stato affittato a scuole di orientamento che hanno depauperato la struttura e ne hanno fatto un immondezzaio. E ci sono ancora le insegne dell’Istituto Mediterraneo. Su proposte serie invece non è stata data nemmeno una risposta. Lo ribadisco: sono stato, sono e sarò contrario a queste alienazioni che vengono proposte dall’Amministrazione».

Immobile “depredato”. Raneri quindi conferma la sua posizione sull’argomento. «La vergogna della politica taorminese – ha detto infatti il consigliere di opposizione – è il Capalc, una scuola che doveva essere il fiore all’occhiello della Sicilia intera, ed è stata depredata da dirigenti del Comune di Taormina che si sono portati via servizi di piatti, pezzi di cucina e casseruole, ed è diventato un deposito di immondizia e biancheria. A suo tempo sono state trasferite e sono rimaste li per alcuni anni delle persone per una frana, c’era la biancheria sullo stendino nei corridoi e sotto c’era la moquette. Vorrei vedere se quelle persone a casa loro stendono la biancheria sulla moquette. Questa è la politica di Taormina. Ditemi se a Taormina c’è una classe dirigente degna di rappresentare questa città».

© Riproduzione Riservata

Commenti