Scuola Ugo Foscolo

Sarà necessario effettuare lo spostamento degli studenti della scuola Ugo Foscolo in un altro plesso durante i necessari lavori di adeguamento e messa a norma del plesso di via Cappuccini. È quanto emerso, come ampiamente prevedibile, ieri mattina a Palazzo dei Giurati, a seguito di un tavolo tecnico che ha visto la presenza della Giunta comunale, della dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo 1, Carla Santoro, e dei rappresentanti della ditta incaricata (un’impresa di Catania) e dell’Ufficio Tecnico comunale. «Inevitabilmente durante i lavori che verranno effettuati si dovrà operare lo spostamento degli studenti delle elementari e delle media in un altro plesso – ha spiegato al termine della riunione l’assessore ai Lavori pubblici, Gaetano Carella -. Partendo da questo presupposto emerso nel corso della riunione di giovedì mattina in Comune, ora si dovranno stabilire i termini esatti di come procedere. Al momento, intanto, c’è ancora incertezza, con l’inevitabile preoccupazione sia da parte dei vertici del Comprensivo 1 sia da parte dei genitori degli studenti, che stanno seguendo con particolare attenzione l’evolversi della vicenda».

Le ipotesi. «Le possibilità alle quali stiamo lavorando sono due. I lavori potrebbero partire il 15 maggio e così estendersi sui mesi successivi in cui sino a metà settembre ci sono le vacanze estive e questa sarebbe la soluzione più ovvia. Ma c’è anche da dire che ad ottobre, anzi già a fine settembre, alla ripresa delle lezioni, nel caso in cui il cantiere non sia stato ancora completato potrebbe riproporsi lo stesso identico problema e allora stiamo guardando ad un’altra soluzione». Il piano B che sembra in realtà un piano A sul quale si pensa di puntare è quello di chiedere all’Istituto delle Suore Francescane il complesso messo in vendita in via Pirandello. L’Istituto religioso sta per lasciare la città e ha già dato disponibilità al Comune ad una trattativa, e relativa prelazione, sia sull’affitto che sulla vendita della struttura. Ora la Giunta pensa di chiedere, come detto, l’affitto di quei locali per trasferire in via temporanea li gli studenti. La scuola media Ugo Foscolo, come si sa, dal 2004 in poi accoglie anche i bambini delle elementari, dal momento in cui venne chiusa per inagibilità la “Vittorino da Feltre”. E la “Ugo Foscolo”, che ospita appunto gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado, calcolando anche gli uffici della Dirigenza e Segreteria è sede quotidiana di un totale di 400 persone, di cui 348 alunni.

Locazione dalle Suore. «Ci stiamo attivando per chiedere l’immobile delle Suore quantomeno in affitto – rende noto Carella -. In tal caso i lavori potrebbero partire subito e gli alunni verrebbero spostati già in un periodo ipotizzabile per febbraio. Si potrebbe arrivare ad un accordo di 6 mesi, che consentirebbe di avviare in fretta le opere di adeguamento della “Ugo Foscolo”, e di rendere funzionali 18 classi nei locali delle Suore. Adesso bisogna vedere quale sarà l’esatto canone di affitto che ci verrà chiesto, fermo restando che stiamo anche valutando la fattibilità di una proposta di acquisto di quel complesso. In tal caso logicamente le cifre sarebbero ben diverse e quindi, tenendo conto delle difficoltà del nostro bilancio, bisognerebbe vedere come reperire le somme. Di questa vicenda informeremo il Consiglio comunale nella sua interezza, poiché si tratta di scelte da valutare e adottare in maniera collegiale, nell’interesse della città e senza maggioranze e minoranze. La priorità, in qualsiasi caso, dovrà essere la tutela assoluta della incolumità di tutti gli studenti».

© Riproduzione Riservata

Commenti