Organizzatori mostra al Palazzo Coraja
Organizzatori mostra al Palazzo Coraja

Quaranta opere d’arte figurativa di sette artisti italiani. Ma non solo. Fotografia, scultura, disegno, arte digitale, musica, installazioni, performance. A Palazzo Corvaja, fino al 3 febbraio, trovano casa le diverse forme di arte contemporanea. La mostra 7, promossa dalla Catania Art Gallery e dall’associazione culturale Taorlove, vuole creare uno spazio espositivo dove la visione delle opere incontra l’intrattenimento, grazie all’allestimento di piccoli concerti, letture di poesie, degustazione di prodotti tipici. Un modo dinamico ed innovativo di vivere l’arte che, oltre ad agevolare lo scambio tra artisti, offre al pubblico una nuova idea di bellezza.

Sette. La mostra mette insieme 40 opere di arte figurativa di 7 artisti italiani di chiara fama internazionale: Andrea Aquilanti, Carlo Bertocci, Giuseppe Biagi, Girolamo Ciulla, Aldo Damioli, Enrico Lombardi, Andrea Martinelli. «Accanto all’evento espositivo – spiega il presidente dell’associazione Taorlove, Giuseppe Zuccarello– ci saranno concorsi, collaborazioni artistiche, stage e corsi d’arte». Una serie di iniziative che andranno ad impreziosire l’evento espositivo. «Tutto questo rende viva l’arte – afferma l’assessore alla Cultura, Mario D’Agostino – e promuove uno spirito dinamico capace di esprimere al meglio quell’idea di bellezza che, siamo certi, troverà terreno fertile a Taormina. La città– continua D’Agostino – è orgogliosa di promuovere la ricchezza culturale, valorizzando i luoghi e gli artisti sensibilmente legati al suo contesto. È importante saper tutelare il patrimonio storico che abbiamo ereditato ma contemporaneamente avvertiamo il dovere di incrementare l’appetibilità del territorio con offerte culturali di alto livello, che possano rappresentare un importante richiamo anche per gli ospiti presenti nella nostra città».

Taorlove. Con la mostra d’arte contemporanea 7 l’associazione culturale Taorlove si presenta al grande pubblico e inaugura una serie di appuntamenti volti a valorizzare Taormina e il suo patrimonio culturale e artistico. «Quando alcuni messi addietro- racconta Giuseppe Zuccarello – ci siamo incontrati per cominciar a fare qualcosa emerse subito un comune denominatore: la voglia di realizzare eventi, prediligendo i periodi di bassa stagione, che avessero la forza di contribuire a promuovere e tutelare Taormina, la sua storia millenaria, il suo territorio, il suo patrimonio artistico e monumentale». Taorlove ha trovato nella mostra d’arte contemporanea 7 lo strumento idoneo per raggiungere l’obiettivo di ospitare eventi di attrazione e di interesse nei periodi di minore afflusso turistico per far emergere le potenzialità della città. «Con questo obiettivo – spiega Zuccarello – volevamo sottolineare che il fascino di Taormina è eterno e non si limita solo al periodo delle cosiddetta “alta stagione”, ma riserva delle piacevoli sensazioni anche quando le sue strade e i suoi angoli meno conosciuti sono privi dell’avvolgente sciamare della moltitudine di turisti estivi».

ICAS. La mostra d’arte contemporanea 7 è il primo appuntamento che trova posto all’interno di ICAS (Island Contemporary Art Space) ed è parte integrante di un’idea diversa di vivere e far vivere l’arte. Un progetto che mira a far immaginare la Sicilia come una sorta di contenitore per la cultura, l’arte, gli artisti e che fa del dinamismo il suo elemento fondante. La valenza di ICAS va oltre tutto questo e cerca idealmente di dare il suo contributo alla crescita di interesse, in particolare al sud, nei confronti dell’arte contemporanea e moderna.

© Riproduzione Riservata

Commenti