Defibrillatore

La Giunta comunale sovrintesa dal sindaco Nello Lo Turco ha autorizzato l’organizzazione di un Corso di formazione Blsd inerente l’uso del defibrillatore semi-automatico, per personale non sanitario, in caso di emergenze sul territorio. Si tratta di una decisione che arriva nel contesto di un’iniziativa che intende promuovere e sviluppare la cultura della sicurezza e della salute per i cittadini. Da diversi anni si parla, infatti, di primo soccorso e defibrillatori, in particolare dopo gli ultimi incidenti avvenuti in ambito sportivo, che per lungo tempo hanno occupato importanti spazi sui media nazionali. Ogni anni sono oltre 70 mila le vittime di arresto cardiaco, e di queste almeno il 35% potrebbe essere salvata intervenendo rapidamente entro cinque minuti. L’unico trattamento efficace in caso di arresto cardiaco è l’utilizzo del “Dae” (Defibrillatore semi-automatico esterno) associato alle manovre di rianimazione cardiopolmonare. Qualsiasi cittadino è in grado, di fronte allo stato di necessità dettato dall’importanza di salvare una vita, di utilizzare il defibrillatore seguendo, passo dopo passo, le istruzioni vocali impartite all’apparecchio.

Corso di formazione Blsd. Come si ricorderà, con delibera del 05 ottobre scorso il Comune di Giardini ha accettato la donazione di due defibrillatori semi-automatici. E successivamente con determina dell’8 novembre scorso sempre il Comune ha acquistato 1 defibrillatore, impegnandosi poi inoltre per la realizzazione di “bacheche, verifica funzionale e manutenzione di 5 defibrillatori da collocare in punti strategici del territorio comunale”. La casa municipale ha già provveduto con avviso pubblico ad informare i cittadini che si terrà un corso di formazione adesso a titolo gratuito della durata di 8 ore, tenuto da personale altamente qualificato del 118, al fine di spiegare il “corretto utilizzo dei defibrillatori” e per “formare un personale altamente adeguato per eventuali interventi di primo soccorso”. A breve saranno installati nel territorio comunale di Giardini Naxos i 5 defibrillatori e gli apparecchi elettromedicali saranno cosi ripartiti: 1 nella palestra comunale, 1 nei pressi della caserma dei Carabinieri e Polizia Municipale, 1 nei pressi degli uffici comunali in zona Chianchitta, 1 alla scuola di Pallio e 1 in piazza Abate Cacciola.

Promotori dell’iniziativa: Claudio Patinella, Mario Ianniello, Giuseppe Leotta col supporto di diverse realtà associative del territorio tra cui “Idee In Movimento” ed il sostegno del Vice-sindaco Carmelo Giardina e del tecnico comunale Franco Consoli oltre al contributo di decine di donatori che hanno permesso la realizzazione dell’iniziativa. Essenziale per il momento formativo il contributo del 118 di Messina guidato dal dott. Domenico Runci con l’ausilio dei formatori Tindaro Impellizzeri e Francesco Micali.

© Riproduzione Riservata

Commenti