Gaetano Carella, assessore ai Lavori pubblici
Gaetano Carella, ex assessore ai Lavori pubblici

«Al momento non c’è nessuna decisione già presa su un eventuale spostamento dei ragazzi in altro plesso. Ci siederemo ad un tavolo il 15 dicembre e decideremo in quella data tutti insieme come dovranno procedere i lavori. Solo allora potremo pronunciarsi sull’esatto scenario da affrontare ed organizzare». La precisazione arriva dall’assessore ai Lavori pubblici, Gaetano Carella sulla situazione che si determinerà in concomitanza con l’ormai imminente avvio dei lavori di adeguamento e messa a norma della scuola media “Ugo Foscolo”, sede anche delle elementari.

Decisione posticipata. Il 15 dicembre avrà luogo il tavolo tecnico tra le parti interessate a Palazzo dei Giurati e Carella sottolinea che ad oggi non vi è certezza che gli studenti dovranno essere spostati in un altro plesso durante lo svolgimento delle opere. «Il 15 dicembre – spiega Carella – ci troveremo ad un tavolo con la ditta incaricata, con la dirigente scolastica e con l’Ufficio tecnico comunale e stabiliremo allora le date esatte e le modalità di esecuzione dei lavori. Vedremo quel giorno come si dovrà procedere ma al momento ritengo non ci si debba sbilanciare. Occorre attendere le risultanze del confronto previsto in Comune. Vedremo soprattutto se sarà possibile o no una permanenza dei ragazzi alla Foscolo durante i lavori: saranno la ditta e i nostri uffici a stabilirlo. È chiaro che, in ogni caso, dovremo tutelare l’incolumità dei ragazzi e di tutti i bambini. Se bisognerà spostarli altrove ci faremo trovare pronti a trovare una destinazione in tal senso».

Ritardi negli interventi. Carella si sofferma poi sul mancato avvio dei lavori nei mesi scorsi, ed in particolare nei mesi estivi quando le aule sarebbero state libere e si sarebbe potuto avviare il cantiere senza la problematica di dover collocare gli studenti: «I ritardi che si sono determinati sono dovuti a problemi procedurali non dovuti all’Amministrazione Comunale. Per quanto riguarda il Comune riteniamo doveroso precisare che abbiamo dovuto dare seguito a quanto ci veniva chiesto, e quindi ai vari adempimenti burocratici ed in particolare presso il Genio Civile, che ha poi autorizzato il progetto di intervento ad inizio novembre. Ora non bisogna più soffermarsi sulle polemiche del passato, occorre guardare avanti – conclude l’assessore – e vogliamo rassicurare che il 15 dicembre troveremo una soluzione adeguata e in grado di tutelare gli studenti e che consenta un rapido ed efficace svolgimento delle opere».

© Riproduzione Riservata

Commenti