G7 Taormina, Italo Mennella
Italo Mennella, presidente Associazione Albergatori Taormina

«Nessun allarmismo sul G7, si va avanti con un impegno che è già nell’agenda internazionale e non sarà suscettibile ad alcun ribaltone politico». Lo afferma il presidente dell’Associazione Albergatori di Taormina e neopresidente dell’Ebrts (Ente Bilaterale Regionale Turismo Siciliano), Italo Mennella, che all’indomani del voto sul Referendum prende posizione ufficialmente sullo scenario in vista per il G7 e ha rilasciato alcune dichiarazioni per confermare che l’evento avrà regolarmente luogo in Sicilia: «A scanso di equivoci ritengo d’obbligo sottolineare che il G7 a maggio si farà a Taormina come d’altronde ha detto anche ieri sera Renzi nel suo discorso in cui ha preannunciato le dimissioni. Le questioni della politica sono una cosa, quelle della politica internazionale sono un’altra. Basta andare a vedere le dichiarazioni dello stesso Renzi, la sua dichiarazione non è stata casuale».

Nessuna ricaduta sul summit. «L’Italia ha degli impegni e delle scadenze e rispetterà tutto quanto già previsto. Quindi suggeriscono a qualcuno di non fare speculazioni e di non alimentare fantasie senza fondamento. Non bisogna costruire teoremi che non stanno da nessuna parte, è il momento di andare avanti e lavorare per organizzare al meglio l’evento che metterà Taormina al centro della politica internazionale. Stiamo andando avanti, non posso aggiungere dei dettagli, per motivi di sicurezza e di doverosa riservatezza istituzionale, ma posso confermare che le iniziative di preparazione del G7 stanno proseguendo anche in queste ore». «Stiamo parlando di una cosa seria e non di un gioco per bambini – conclude Mennella -, è una questione in cui l’Italia si è impegnata di fronte al mondo intero. Noi dobbiamo pensare soltanto a farci trovare pronto a questo straordinario appuntamento».

© Riproduzione Riservata

Commenti