G7 Taormina, Hotel Timeo
Taormina, Hotel Timeo

Proseguono le grandi manovre per l’organizzazione del G7 a Taormina. E’ stato pubblicato un avviso pubblico sul sito della Prefettura di Messina nel quale si dispone una gara per la “Fornitura di servizi alberghieri e di ristorazione per l’evento G7 2017 Taormina”. Si tratta di una manifestazione di interesse per i servizi alberghieri e di ristorazione del personale delle Forze di Polizia e delle Forze armate che saranno in servizio di ordine pubblico fuori sede per le esigenze connesse all’evento del 26 e 27 maggio 2017. L’atto indetto dalla Prefettura è a firma del vice prefetto vicario, dott.ssa Cerniglia. in coordinamento con le Forze di Polizia e con le Forze Armate coinvolte, appunto, nei servizi di ordine pubblico e sicurezza per il vertice dei Capi di Stato e di Governo che avrà luogo in Sicilia.

Posti letto insufficienti. «Non è possibile utilizzare le strutture già a disposizione dell’Amministrazione per mancanza di un numero sufficiente di posti letto – spiega il viceprefetto vicario – e pertanto si rende necessario provvedere all’individuazione di ulteriori strutture ubicate nella provincia di Messina per l’affidamento dei servizi di cui sopra. È stato acquisito apposito quadro esigenziale del personale in aggregazione riferito alle Forze di Polizia e alle Forze Armate». L’iter avviato verrà così espletato «al fine garantire i principi di libera concorrenza, parità di trattamento e non discriminazione appare opportuno acquisire proposte da chiunque ne abbia interesse e sia in possesso dei necessari requisiti». Si tratta di un “avviso a scopo esclusivamente esplorativo”, che «non comporta l’instaurazione di posizioni giuridiche od obblighi negoziali, né costituisce alcun vincolo nei confronti della Prefettura di Messina, che si riserva la facoltà di sospendere, modificare o annullare, in tutto o in parte il procedimento».Gli interessati, in possesso dei requisiti indicati, potranno presentare la manifestazione d’interesse entro il 19 dicembre 2016. Le esigenze connesse all’evento riguardano diversificati contingenti di personale e periodi temporali compresi tra il 30 gennaio e il 28 maggio 2017. L’avviso concerne: Servizi alberghieri come il servizio quotidiano di pulizia delle camere, con cambio della biancheria da camera e da bagno; kit prodotti cortesia: sapone, shampoo, bagnoschiuma, cuffia doccia, carta igienica secondo necessità. L’orario di rilascio delle camere dovrà essere consentito entro le ore 18:00. Viene anche specificato che le prestazioni aggiuntive rispetto a quelle specificate, come ad esempio una maggior frequenza della pulizia delle camere, room service, parcheggio di automezzi privati, servizio di lavanderia, bar, mini bar, telefonate, «non comporteranno alcun obbligo nei confronti dell’Amministrazione, ma deve essere regolata direttamente dall’occupante della camera».

Focus sui ristoranti. Poi i Servizi di ristorazione, per i quali dovrà essere assicurata al personale militare ospitato nella struttura, «la possibilità di fruire del pranzo e/o della cena negli orari compatibili alle necessità di servizio; il servizio dovrà comprendere un primo piatto, un secondo piatto (carne o pesce) con contorno, ½ litro di acqua e frutta inclusi nel prezzo offerto; il corrispettivo per tale servizio dovrà essere fatturato separatamente da quello per il pernottamento in base al numero di pasti effettivamente somministrati, documentati da apposite registrazioni firmate dal personale dell’Amministrazione (quaderno vitto)». Le modalità di prestazione del servizio di ristorazione potranno essere rese secondo l’organizzazione della struttura (servizio ai tavoli o self service), «tali comunque da assicurare un “pasto – tipo” composto secondo quanto sopra specificato, con almeno la possibilità di scegliere tra due menù alternativi. Il corrispettivo a carico dell’Amministrazione sarà, comunque limitato alla somministrazione di un “pasto tipo”».

Criteri di lontanza dalla Perla. Per l’Ubicazione e requisiti delle strutture si legge nell’avviso che «dovranno essere situate in Taormina e nei Comuni ad esso più vicini con criterio di progressiva lontananza dalla cittadina sede del vertice. In particolare lungo la fascia costiera da Taormina a Messina in direzione nord e lungo la fascia costiera da Taormina alla città di Catania in direzione sud; dovranno essere corrispondenti agli standard di categoria “3 STELLE o superiore”; dovranno essere dotate preferibilmente di spazi sufficienti per il ricovero dei mezzi in relazione al personale alloggiato, anche se non custoditi e all’aperto; dovranno avere disponibilità di cassette di sicurezza; dovranno avere aree comuni dotate di impianto di condizionamento/ riscaldamento; dovranno assicurare un servizio di ricevimento flessibile nell’arco delle 24 h. In caso di chiusura del bar della struttura dovranno essere disponibili distributori automatici di bevande; dovranno essere dotate di impianto tv e wifi; le camere dovranno essere dotate di bagno privato; le camere dovranno essere arredate con comodino o piano di appoggio per ogni posto letto, sedia o altra seduta per letto, tavolino, armadio, specchio, punto luce su comodino; dovrà inoltre esserci uno sgabello o ripiano apposito per bagagli e poltrona; dovranno offrire le seguenti tipologie di camere: singola (Standard) per circa n. 60 unità e doppia (2 letti singoli) per le altre unità previste».

I costi. L’importo massimo del corrispettivo sarà € 40,00 pro-capite pro-die, IVA esclusa, per il servizio di alloggiamento;€ 14,00 pro-capite pro-die, IVA esclusa, per il servizio di ristorazione.Si specifica, inoltre che «in relazione ai servizi di cui sopra, l’Amministrazione è esentata dal pagamento della imposta di soggiorno, in virtù delle esenzioni previste dai Regolamenti sul contributo di Soggiorno dei comuni interessati. La manifestazione di interesse deve comprendere sia il servizio di alloggiamento che quello di ristorazione. Il pagamento del corrispettivo della prestazione oggetto dell’appalto sarà effettuato entro 30 giorni dalla data di ricevimento della fattura elettronica, fatta salva la disponibilità di bilancio sul pertinente Capitolo di spesa da parte del Ministero dell’Interno». «Atteso il meccanismo di “scorrimento” della graduatoria, l’ultimo affidamento disposto potrebbe essere inferiore al numero dei posti offerti. In tale circostanza il corrispettivo sarà commisurato al numero dei posti effettivamente occupati».

© Riproduzione Riservata

Commenti