Aspettando il G7, Taormina si prepara ad accogliere il 26 e 27 maggio un Capo di Governo che nella Perla dello Ionio c’è già stato 33 anni fa, quando ancora aveva soli 12 anni. Stiamo parlando di Justin Pierre James Trudeau, Primo ministro del Canada dal 4 novembre 2015 che in Sicilia troverà un vecchio amico di suo padre ad attenderlo: l’ex assessore del Comune di Taormina, Giovanni Francesco (per gli amici “Franco”) Raccuja. Quattro volte assessore, “fedelissimo” di Nicola Garipoli, che ancora adesso viene nostalgicamente ricordato dai taorminesi come “il sindaco” per eccellenza, Raccuja ci racconta una bella storia e lo fa senza nascondere la sua emozione, lui che è un innamorato vero di questa città e che appartiene a quella rimpianta generazione di politici che hanno fatto grande Taormina.

La visita a Taormina. Nel lontano 18 agosto del 1983, dunque, si trovarono in visita a Taormina l’allora piccolo Justin, con il papà Pierre Trudeau, che a quei tempi era il Primo Ministro del suo Paese (che governò dal 1968 al 1979 e poi dal 1980 al 1984). Pierre Trudeau nell’estate del 1983 era giunto in Italia per incontrare a Roma il neo-ministro degli Affari Esteri, Giulio Andreotti, fresco di nomina nel primo Governo Craxi avvenuta il 4 agosto. E fu Andreotti a telefonare dalla capitale al sindaco di Taormina, Nicola Garipoli, per annunciargli che da lì a poco sarebbe arrivato un turista d’eccezione nella “Perla”: il Primo Ministro canadese Trudeau col figlio Justin. A fare gli onori di casa, fu, dunque, il sindaco Garipoli con l’assessore al Turismo Franco Raccuja. «Trudeau venne a trovarci a Taormina insieme al figlio – ricorda Raccuja mostrando la foto ricordo di quella visita -. Era molto gentile e cordiale. Godeva di stima nel suo Paese e di altrettanto rispetto nella politica internazionale, anche perché era stato tra i più determinati oppositori del partito indipendentista francofono del Quebec».

Corsi e ricorsi storici. «Nessuno avrebbe potuto immaginare che 33 anni dopo sarebbe adesso arrivato a Taormina per il G7 Trudeau junior, quel ragazzino ora diventato pure lui Primo Ministro come il padre». Justin Trudeau è il ventitreesimo Primo ministro del Canada dal 4 novembre 2015 ed attuale leader del Partito Liberale del Canada. Chissà se ricorda quella fugace visita fatta da giovanissimo a Taormina col papà e chissà cosa avrebbe detto il compianto Pierre, scomparso nel 2000, di fronte a questo curioso incrocio del destino. «Sono passati tanti anni – afferma Raccuja – ma so che l’attuale presidente del Canada, Justin, se così lo posso chiamare, nonostante la giovane età si sta facendo molto apprezzare, ha carattere ed è un leader entrato nel cuore della gente. So che a maggio per il G7 ci saranno eccezionali misure di sicurezza per i Capi di Stato e di Governo, ma non nascondo che mi piacerebbe rivederlo a Taormina, mostrargli la foto di 33 anni fa e potergli stringere la mano. Per adesso mi accontenterò di sperare che magari questo racconto possa arrivargli in Canada. Caro presidente, ti auguro tutto il meglio possibile per il tuo futuro».

© Riproduzione Riservata

Commenti