Arte, letteratura, cinema, teatro. Anche di questo si è discusso agli Stati Generali del Turismo siciliano come nuove vie per accrescere i flussi turistici nell’isola. «Taobuk e la rassegna itinerante Paesaggi di Mare hanno dimostrato che nei luoghi in cui siamo stati i flussi turistici hanno seguito la mappatura ideale dell’isola che abbiamo voluto produrre». Antonella Ferrara che ha presenziato nei giorni scorsi ai tavoli degli Stati Generali del Turismo ha evidenziato come la letteratura e le arti possono tracciare nuove vie di accesso all’isola. «Nell’ultima tappa di Paesaggi di Mare a Catania abbiamo avuto il piacere di ospitare lo scrittore Luis Sepulveda con il suo nuovo libro in anteprima nazionale – spiega Antonella Ferrara – questo significa non solo gli eventi letterari possono modificare anche i flussi turistici ma che promuovere eventi letterari di caratura internazionale può spostare gli equilibri editoriali».

Letteratura e turismo. È stata una sfida far credere alla politica che attraverso la cultura si può fare turismo in maniera vincente. «Quando io ho presentato il progetto di una kermesse letteraria internazionale – racconta la presidente di Taobuk – non ho subito trovato le porte aperte però devo dire che non ho trovato nemmeno uno sfiducia di fondo. Sono stata anche fortunata perché ho incontrato sempre persone che mi hanno dato la possibilità di mostrargli il lavoro che siamo in grado di fare sia su Taormina sia sul territorio regionale. Questi eventi si reggono sempre su un contributo misto pubblico-privato senza il quale nessun evento potrebbe auto-prodursi».

© Riproduzione Riservata

Commenti