Vigile urbano in pettorina gialla per protesta
Vigile urbano in pettorina gialla per protesta

Si sblocca la querelle delle divise invernali mancanti per i Vigili urbani di Taormina. Gli agenti della Polizia municipale di Taormina, come si sa, sono ormai da una decina di giorni in servizio con pettorina gialla per protestare contro la mancata fornitura di divise invernali da parte dell’Amministrazione comunale. La Giunta, nel prendere atto della necessità di trovare una soluzione risolutiva, adesso ha stanziato nelle scorse ore la somma che serve per l’acquisto e la fornitura agli agenti del vestiario che serve per affrontare la stagione del freddo e delle piogge.

La delibera riparatrice. «Dal 2012 – si legge nella delibera formalizzata dalla Giunta del sindaco Eligio Giardina- non è stato possibile fornire vestiario invernale al Personale dipendente del Corpo di Polizia municipale di Taormina, poiché nessuna assegnazione di somme a riguardo è stata effettuata nei vari bilanci. Il personale della Pm necessita urgentemente di fornitura di capi di vestiario invernale, in quanto quello dato in dotazione è ormai logoro e vetusto, di certo non consono agli operatori di vigilanza e potrebbe causare un grave danno anche all’immagine di una località turistica, qual’è la città di Taormina. La somma da assegnare è necessaria, in quanto l’uniforme rappresenta un obbligo di legge e pertanto si può assegnare anche in esercizio provvisorio». Ciò premesso la Giunta ha assegnato al dirigente della Polizia municipale, il Comandante Agostino Pappalardo, la somma di 20 mila euro che verrà impiegata per le spese di fornitura di vestiario invernale ai vigili urbani impegnati nel territorio della Perla dello Ionio.

Promesse mantenute. Per una composizione della vicenda e per il relativo via libera della Giunta allo stanziamento delle somme si è mosso, tra gli altri, l’assessore Salvo Cilona, che era finito nel mirino delle critiche per questa vicenda ed aveva poi incontrato una delegazione di vigili per dare rassicurazioni sulla volontà della casa municipale di provvedere a quanto sollecitato dai rappresentanti sindacali e dai vigili. Già lo scorso mese i vigili avevano avvertito i vertici di Palazzo dei Giurati sulla decisione di prestare servizio, da qui a breve, “in abiti civili” a causa della mancata fornitura del vestiario invernale, qualora non si fossero registrate delle novità e quindi un accoglimento dell’istanza fatta dal personale in forza al Comando di Pm. Una promessa di protesta poi mantenuta dai vigili taorminesi. Adesso si attende che in tempi stretti arrivino finalmente le divise: non si poteva d’altronde immaginare di affrontare l’inverno in maniche corte.

© Riproduzione Riservata

Commenti