Eligio Giardina, sindaco di Taormina
Eligio Giardina, sindaco di Taormina

Si fa incandescente la polemica sulla delibera di Giunta che ha previsto lo stanziamento di 23 mila euro per le procedure atte a garantire sino al 22 dicembre 2016 l’assistenza igienico personale a favore degli alunni diversamente abili non autosufficienti inseriti nella scuola pubblica materna, elementare e media inferiore di Taormina e frazioni.

Atto legittimo e regolare. Il consigliere di maggioranza Carmelo Leonardi nelle scorse ore ha definito “illegittimo” l’atto dell’Esecutivo per poi fare dietrofront definendo le proprie dichiarazioni una provocazione mirata a stimolare un cambio di rotta nella gestione del servizio. «Ben venga il mantenimento del servizio – aveva detto Leonardi – ma non si può andare ancora avanti con un affidamento in proroga come avviene ormai da un anno e mezzo». E a Leonardi, che ha espresso il suo malcontento per l’attuale iter e che anche in vista del nuovo anno vorrebbe insomma si vada verso un affidamento tramite procedura pubblica, replica adesso il sindaco Eligio Giardina: «Che nessuno si permetta di fare insinuazioni su presunte illegittimità da parte del sindaco e della Giunta negli atti che adottiamo. Il consigliere Leonardi sia più ponderato la prossima volta nelle sue dichiarazioni su quella che invece è una delibera perfettamente regolare e legittima. La delibera n. 42 del 18 novembre 2016 dà mandato al dirigente comunale per i Servizi Sociali e la Pubblica Istruzione affinché provveda adesso in tempi brevi alla predisposizione degli atti gestionali conseguenziali, ed all’espletamento delle procedure di affidamento del servizio».

Giunta corretta. «Stiamo parlando di un atto finalizzato ad aiutare gli «alunni diversamente abili non autosufficienti inseriti nella scuola pubblica materna, elementare e media inferiore di Taormina e frazioni», una priorità assoluta sulla quale non dovrebbero essere fatte delle polemiche. Se il consigliere Leonardi o altri ritengono che ci sia quale illegittimità in quell’atto si rivolga alla Procura. Non capisco dove vuole arrivare e mi dispiace questa sua presa di posizione. Se non si trova bene in maggioranza vada all’opposizione. Ma non consento a nessuno di fare illazioni sull’operato e la correttezza di questa Giunta, sulla mia persona e sulla figura del sindaco».

© Riproduzione Riservata

Commenti