Pinuccio Composto, capogruppo di
Pinuccio Composto, capogruppo di "ProgettiAmo Taormina"

Potrebbe protrarsi ancora per diverso tempo la protesta “in giallo” dei Vigili urbani di Taormina, che da lunedì scorso effettuano servizio indossando una casacca gialla per lamentare la mancata fornitura delle divise invernali. Non si sblocca, infatti, a Palazzo dei Giurati l’iter per il reperimento delle necessarie risorse finanziarie. Sulla questione si è registrato in Consiglio comunale un duro attacco all’Amministrazione da parte del capogruppo di “ProgettiAmo Taormina”, il consigliere di opposizione Pinuccio Composto.

L’attacco dell’opposizione. «È inaccettabile che il Corpo di Polizia Municipale di Taormina debba fare servizio con quella divisa gialla – ha detto Composto -. Com’è possibile che non si trovano 10 mila euro o comunque poche migliaia di euro per delle divise? E non è neppure corretto che si prendano in giro questi agenti dicendo loro che adesso appena si approverà il bilancio si sbloccheranno i fondi: siamo a fine novembre ed il bilancio, a questo punto, è un consuntivo di quello che si è già speso. Quindi è inutile che l’Amministrazione venga a dirci e a dire ai vigili stessi che risolveranno il problema. Le divise verranno messe forse nel bilancio triennale? Non è così che si fa. I vigili sono costretti a lavorare con una divisa che sembra quella delle partite da calcetto. Intanto, vengono fatti mandati di 200 mila euro a chi non paga il Comune, e viene anche consentito ai privati di fare eventi nei siti comunali mentre luce, acqua e gas sono a carico nostro, e non sappiamo quanto e se ha introitato qualcosa il Comune. Per questo poi non c’è liquidità di cassa e non si trovano le risorse per i vigili». Sulla vicenda si registra, intanto, disappunto anche dell’assessore Salvo Cilona, che nel tentativo di sbloccare le cose, venerdì scorso ha effettuato alcune verifiche presso gli uffici comunali sull’effettivo stato della vicenda.

© Riproduzione Riservata

Commenti